Header Ads

Incontro con Pino Aprile al Rotary Club Cava de’ Tirreni


28 aprile 2017 - Lo scrittore e giornalista Pino Aprile, autore di “Terroni”, sarà oggi l’ospite d’onore del “Caminetto” in programma al Rotary Club Cava de’ Tirreni (Sa). Sarà l’occasione per presentare il suo ultimo lavoro editoriale, “Carnefici”. Pugliese, residente ai Castelli Romani, Aprile è stato Vicedirettore di “Oggi” e Direttore di “Gente”. Per la tv ha lavorato con Sergio Zavoli all’inchiesta a puntate “Viaggio nel Sud” ed a “Tv7”, settimanale del Tg1. È autore di saggi accolti con successo e tradotti in diversi Paesi. Tra questi spicca “Terroni”, uno dei principali best seller italiani del 2010 con 250mila copie vendute, nel quale l’autore racconta “tutto ciò che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero meridionali”. I successivi libri “Giù al Sud”, “Mai più terroni”, “Il Sud puzza” e “Terroni ’ndernescional” hanno fatto di Aprile il giornalista “meridionalista” più seguito in Italia e gli sono valsi molti premi, tra cui il Premio Carlo Levi nel 2010, il Rhegium Julii nello stesso anno ed il Premio Caccuri nel 2012. Con “Carnefici” (Edizioni Piemme) si completa il percorso avviato con “Terroni”. «Io so. So tutti i nomi e so tutti i fatti di cui si sono resi colpevoli. Io so. Ma non ho le prove»: è il cuore di un celeberrimo atto d’accusa di Pier Paolo Pasolini pubblicato sul “Corriere della Sera”. Anche Pino Aprile sa. Sa tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero “meridionali”. Lo ha appreso con stupore e sgomento e, dopo averlo raccontato in “Terroni”, ora ha trovato e pubblicato anche le prove al termine di un’incalzante e drammatica ricerca durata 5 anni. E sarebbero le prove di un genocidio. Centinaia di migliaia di persone scomparse è la cifra della strage di italiani del Sud compiuta per unificare l’Italia. Paesi interi rasi al suolo, case saccheggiate, superstiti bruciati vivi, torture e fucilazioni a tappeto. Ed ancora, deportazioni, campi di concentramento ed epidemie. Quelle raccontate in questo libro sono atrocità degne della ferocia dell’Isis. Con pagine di rara “potenza”, appassionate e documentate, forti di fonti e reperti per troppo tempo celati, Pino Aprile in “Carnefici” svela il vero volto di molti dei presunti eroi della storia patria ed evidenzia le ripercussioni di questa tragedia negata e cancellata. Un’opera fondamentale, sconvolgente ed ambiziosa, dopo la quale non si potrà più dire “io non sapevo”. L’appuntamento con lo scrittore Pino Aprile è fissato per le ore 20.30 presso l’Hotel Victoria Maiorino di Cava de’ Tirreni (ingresso riservato ai soci rotariani ed ai loro “ospiti”).

Nessun commento

Powered by Blogger.