Header Ads

Bureau Veritas, vantaggi ambientali dalle tecnologie informatiche

12 novembre 2016 - Una telefonata allunga la vita… recitava uno slogan pubblicitario di alcuni anni addietro. Oggi potrebbe essere rivisto e corretto; una telefonata allunga la vita al pianeta terra e all’intera umanità. Questa in effetti è l’indicazione che scaturisce da uno dei primi studi mai attuati a livello mondiale, validato da una primaria società di certificazione: l’abbattimento delle emissioni di gas ad effetto serra che potrebbe essere reso possibile dall’utilizzo intensivo degli strumenti messi a disposizione dalla moderna tecnologia telefonica (dagli SMS, alle teleconferenze).

I dati, frutto delle analisi effettuate e validate da Bureau Veritas, forniscono un’interpretazione del tutto originale e inusuale sulle conseguenze di un utilizzo intensivo dello strumento e delle tecnologie telefoniche ed informatiche per ridurre i viaggi e gli spostamenti, specie quelli con motivazioni professionali e aziendali.

 La ricerca permette di mettere su un piatto della bilancia le emissioni di gas serra, trascurabili, derivanti dalla produzione dei servizi di telecomunicazione, e, sull’altro, le emissioni causate dalla mobilità della forza lavoro e dei quadri aziendali. I calcoli possono essere effettuati sulla base dei fattori di emissione medi del parco auto circolante in Italia pari a 63 gCO2/km (Rete del Sistema Informativo Nazionale Ambientale, SINAnet, ISPRA, anno 2014) e dei fattori di emissione medi per i trasporti aerei e ferroviari: aereo = 140 gCO2/km, treno = 44 gCO2 km (fonte: Trenitalia).
“I risultati - sottolinea Ettore Pollicardo, presidente e amministratore delegato di Bureau Veritas Italia - sono qualitativamente e quantitativamente clamorosi e applicabili teoricamente a qualsiasi realtà aziendale chiamata a diventare protagonista, attraverso l’impiego delle tecnologie informatiche (in primis le teleconferenze), di un grande progetto di abbattimento delle emissioni nocive nell’atmosfera".

Nessun commento

Powered by Blogger.