Header Ads

Gerardo Biancofiore eletto nuovo presidente di ANCE Puglia


20 luglio 2016 - E’ Gerardo Biancofiore, attuale presidente di Ance Foggia e del Gruppo pmi Internazionale dell'Ance, il nuovo presidente dei costruttori pugliesi per i prossimi tre anni. Lo ha decretato il voto unanime del consiglio generale di Ance Puglia. Nato a Cerignola, 49 anni, imprenditore nel settore delle costruzioni con Sedir srl, Biancofiore si occupa sia nel settore pubblico che in quello privato di costruzioni, infrastrutture, opere complesse e ristrutturazioni di beni ad alto valore artistico e architettonico.

Impegnato anche nel settore delle energie rinnovabili e delle utilities, ha operato in paesi europei ed extraeuropei, soprattutto Albania e Tunisia, continuando a promuovere iniziative in diverse parti del mondo. Con una lunga esperienza associativa nel sistema confindustriale e degli enti paritetici, dal 2008 al 2012 è stato presidente del Formedil Foggia mentre dal 2012 è stato al vertice dei costruttori foggiani e vicepresidente di Confindustria Foggia.
 “La sicurezza - dichiara il neopresidente Biancofiore - deve essere una priorità assoluta per orientare le nostre azioni; dobbiamo farla diventare una risorsa collettiva, che ci preservi da nuove tragedie. Serve un cambiamento repentino per rispondere più celermente ai bisogni di sicurezza, senza farci bollire a fuoco lento dalla burocrazia; c’è bisogno di regole semplici e rigorose”. Per il nuovo leader di Ance Puglia “ci sono molte difficoltà, ma anche molte chance e intendiamo partire dalla legalità e dall’etica di fare impresa, temi da affrontare con chiarezza. Strade e opere pubbliche, edilizia privata, manutenzione e risanamento di edifici e strutture, grandi processi di rigenerazione urbana: la qualità degli interventi è connessa alla nostra capacità di elaborare progettualità di alto livello e opere sicure, in linea con modelli di sviluppo ecosostenibile. Su questa direttrice, in accordo con le istituzioni disponibili a un confronto costante e concreto con il mondo delle imprese, nel rispetto dei reciproci ruoli, sarà possibile consolidare ed espandere un tessuto imprenditoriale già oggi vitale e qualificato, ponendo le basi per una crescita economica e occupazionale”. 
 Eduardo Cagnazzi

Nessun commento

Powered by Blogger.