Header Ads

Nave Garibaldi e Nave San Giorgio in sosta a Napoli


Da venerdì 30 ottobre a domenica 1° novembre, sosteranno a Napoli ormeggiate al Molo Angioino (Stazione Marittima) le Navi militari Garibaldi e San Giorgio. La sosta avverrà nell’ambito delle celebrazioni per la ricorrenza del 4 novembre, “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”.

Infatti le Unità saranno aperte alla popolazione nonché a numerose attività a favore di istituzioni, cluster marittimo, personale sanitario campano, scolaresche e organizzazioni onlus con un ricco ed articolato programma di eventi quali visite guidate e attività dimostrative pratiche.

Dal momento che il Garibaldi ed il San Giorgio, per le loro dotazioni sanitarie, anfibie, elicotteristiche e di comando e controllo, sono particolarmente idonee a condurre operazioni di protezione civile e soccorso, venerdì 30 ottobre, nel pomeriggio, verrà organizzata, per gli addetti ai lavori delle istituzioni e della protezione civile regionale una visita mirata tesa a dimostrare tali capacità.

Infatti, entrambe le Unità le hanno già più volte messo in campo come, ad esempio, in occasione delle operazioni di supporto umanitario a seguito del terremoto in Turchia, dell’eruzione del vulcano Stromboli, per l’emergenza maltempo cha ha colpito la Regione Liguria lo scorso anno nonché per l’intervento di soccorso al traghetto Norman Atlantic e durante varie missioni nel corso dell’operazione Mare Nostrum.

Ma il momento più atteso dagli equipaggi sarà l’incontro con la popolazione napoletana che potrà visitare le due Unità navali, secondo il seguente calendario: Venerdì 30 ottobre, dalle ore 09:00 alle ore 12:00 - Sabato 31 ottobre e domenica 1° novembre, dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle 17.30. L’accesso della popolazione civile alla zona portuale dove saranno attraccate le due Navi, sarà consentito esclusivamente a piedi.

La Marina Militare, con le attività previste durante questa sosta, intende rafforzare i suoi storici rapporti con la città partenopea dove, da due anni, nella sede di Nisida, ha trasferito il Comando Logistico, uno dei suoi tre Alti Comandi, dal quale dipende il supporto allo strumento aeronavale che avviene con la gestione delle Basi, degli Arsenali, e dei Centri di ricerca distribuiti in tutta Italia.

Nessun commento

Powered by Blogger.