Header Ads

Riparte l’intermodalità tra Bari e Gioia Tauro

Giovanni Grimaldi
Il collegamento ferroviario nel porto di Gioia Tauro torna ad essere una realtà. Il primo scalo italiano di transhipment rimette in moto l’intermodalità e riposiziona parte dei container dalle navi, in import ed export, sulle rotaie. L’operazione è stata avviata dalla compagnia ferroviaria pugliese GTS Rail, in collaborazione con Maersk Italia, che così torna ad attraccare nelle banchine dello scalo calabrese in seguito all’accordo internazionale denominato 2M, sottoscritto dalla Maersk e da Msc per gestire in comune quote di mercato internazionale. Al momento, il servizio riattiverà il collegamento ferroviario
per container tra il porto calabrese e la città di Bari, attraverso un trasporto di carico merci a cadenza settimanale. Successivamente, sarà ripristinato il collegamento trisettimanale, garantendo in questo modo la copertura dell’intero Mezzogiorno d’Italia. Soddisfazione è stata manifestata dal Commissario Straordinario dell’Autorità portuale di Gioia Tauro, ing. Giovanni Grimaldi, che ha parlato di “momento importante per lo scalo grazie al ritorno della Maersk che ha così permesso di riattivare il collegamento ferroviario dal porto di Gioia Tauro alla città di Bari. Da oltre due anni i treni non partivano più dal nostro scalo, - ha continuato Grimaldi – siamo di fronte, senz’altro, ad un fatto molto positivo per il futuro dei collegamenti via terra con il resto d’Italia, un risultato che è stato raggiunto anche grazie all’intervento del presidente della Regione Calabria, on. Mario Oliverio, che sin dall’inizio del suo mandato ha manifestato grande interesse per lo sviluppo dello scalo. Naturalmente, questo è solo il primo passo, perché l’obiettivo ultimo è quello di realizzare il gateway ferroviario attraverso una joint venture con le Ferrovie dello Stato e gli investitori privati”. Stessa soddisfazione è stata espressa da Alessio Muciaccia, Ceo della GTS Rail, che ha definito: “La riattivazione del collegamento ferroviario tra Bari e Gioia Tauro il segno tangibile che l’economia del Mezzogiorno d’Italia stia dando segni di ripresa e vitalità. Il fatto che la Maersk Line, prima compagnia di navigazione al mondo, abbia deciso di riaprire i collegamenti da Gioia Tauro e di riaffacciarsi al mercato del sud Italia ne è l’inconfutabile dimostrazione. Il porto di Gioia Tauro può giocare un ruolo fondamentale nel rilancio del manifatturiero e delle esportazioni soprattutto in questa fase storica di dollaro forte. Siamo onorati che la Maersk abbiamo scelto GTS RAIL per realizzare questo collegamento strategico. La nostra azienda sta vivendo un felice momento di crescita e questo servizio trisettimanale verrà realizzato con le due nuove locomotive in consegna da Bombardier nel prossimo mese. Il gruppo GTS completerà poi la catena logistica l’attività di terminal, posizionamenti locali e tutte le attività propedeutiche. Dobbiamo ringraziare la struttura commerciale di RFI e l’Autorità Portuale di Gioia Tauro che a tempo di record si sono adoperati per consentire nuovamente l’ingresso dei treni nel porto. Infatti ormai da qualche anno nessun treno era stato più attestato all’interno del porto”.

Nessun commento

Powered by Blogger.