Header Ads

Il turismo e la ricettività alberghiera: la situazione alle porte di Expo

Oggi 26 febbraio l’Associazione Italiana Confindustria Alberghi – in collaborazione con ISPO Ricerche – presenterà i risultati della ricerca “Turismo e ricettività alberghiera: la situazione alle porte di Expo”. Ad illustrare quanto emerso nel sondaggio d’opinione interverrà il Prof. Renato Mannheimer, di ISPO Ricerche. Seguirà il dibattito sul tema, al quale parteciperanno Magda Antonioli, Direttore MET Università Bocconi, Maria Carmela Colaiacovo,
Vice Presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi, Costanzo Jannotti Pecci, Presidente Federterme e Cristiano Radaelli, Commissario Straordinario ENIT. Modererà il dibattito Silvia Vaccarezza, TG2. Sul lato della ricettività, il giudizio espresso dagli italiani è generalmente positivo per tutti i tipi di strutture ricettive esaminate, anche se i voti più elevati vengono assegnati agli alberghi di fascia alta.

Nonostante ciò, il confronto con la ricettività con gli altri Paesi europei ci vede in parte sfavoriti, con un 40% degli intervistati viaggiatori che giudica il nostro sistema ricettivo arretrato rispetto all’offerta comunitaria. Su EXPO l’opinione della popolazione è divisa: da un lato il 51% esprime un atteggiamento positivo, dall’altro il restante 49% – composto in particolar modo da giovani, da istruiti, da professionisti – manifesta un atteggiamento di sfiducia verso le opportunità offerte dall’esposizione universale. A destare le maggiori preoccupazioni è il dopo-Expo: secondo la maggioranza degli intervistati, non esiste alcun progetto per il post-evento e non si sa che cosa rimarrà al turismo italiano.

Nessun commento

Powered by Blogger.