Header Ads

Trasporti, Glocus: Utilizzo nuove tecnologie vale 5 punti di Pil

Persone e merci dovranno spostarsi all’interno di un sistema di trasporto intelligente che permetta di ridurre il traffico urbano attraverso la gestione dei flussi di veicoli con tecnologie informatiche avanzate in grado di regolarne gli scambi e offrire al cittadino la scelta del
mezzo più conveniente in termini di posizione e di tempo, riducendo la concentrazione di inquinanti nell’aria e promuovendo l’utilizzo di soluzioni a basso impattoambientaleezero emissioni. 

La rivoluzione tecnologica del trasporto è possibile. È quanto sostiene Glocus, think tank presieduto da Linda Lanzillotta, nel Rapporto Trasporti 2.0: l'innovazione per migliorare l'efficienza e la qualità del trasporto delle merci e delle persone. Lo studio è stato presentato oggi presso la Sala delle Conferenze dell'Anci al ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi e ha visto l'intervento, tra gli altri, di Guido Improta, assessore alla Mobilità del Comune di Roma, Rossella Panero, presidente TTS Italia, Antonella Galdi, responsabile Area Ambiente, Cultura e Innovazione Anci e Rodolfo De Dominicis, presidente e amministratore delegato Uirnet.

L’Italia è uno dei paesi europei a più alta densità di traffico interno che si distribuisce in maniera non uniforme lungo tutta la sua rete di trasporti che comprende 168 porti, una rete ferroviaria di 20.392 km, una rete stradale di circa 254.686 km, una autostradale di 6.668 km (di cui 5.724,4 km a pedaggio) e 45 aeroporti certificati. Su questo quadro grava il pesante squilibrio degli spostamenti modali: il 91,86% avviene su strada, mentre il restante 8,14% è suddiviso rispettivamente fra ferrovia/tranvie/metropolitane/ funicolari/funivie (5,98%), aereo (1,72%) e vie d’acqua (0,44%). Non basta, dunque, puntare solo sulle infrastrutture che restano comunque necessarie per ammodernare il sistema dei trasporti.

Occorre anche puntare sulle infrastrutture immateriali, sul digitale che permetterebbe di ridurre inefficienze e migliorerebbe la qualità dei servizi offerti ai cittadini.

Nessun commento

Powered by Blogger.