Header Ads


Il porto di Crotone cambia veste e si rinnova per accogliere al meglio i 5 mila crocieristi in arrivo nelle sue banchine. L’Autorità portuale di Gioia Tauro, guidata da Giovanni Grimaldi, realizzerà un nuovo terminal passeggeri che abbia la capacità di accogliere i numerosi turisti in viaggio nelle dieci navi che, nel corso di questo anno, faranno scalo a Crotone. L’obiettivo è quello di aumentare i servizi offerti dal porto crotonese che si presenta, così, al mondo dello shipping con le carte in regola per essere inserito, a pieno titolo e in modo costante, nei circuiti internazionali delle crociere.

Giovanni Grimaldi
Il progetto preliminare, redatto dall’Ufficio tecnico dell’Ente, prevede i “Lavori di fornitura e posa di una tensostruttura con struttura ad arco in legno lamellare”. Complessivamente, la superficie da coprire per la realizzazione del progetto, da sistemare sul molo del porto, avrà un’estensione di circa 600 metri quadrati da destinare all’accoglienza dei turisti in arrivo a Crotone e nei suoi dintorni.

L’aggiudicazione dell’appalto sarà definito a breve vista la necessità di dotare lo scalo, nel più breve tempo possibile, di nuovo Terminal passeggeri. Dopo l’aggiudicazione della gara, l’opera dovrà essere realizzata entro 50 giorni dalla consegna, il tempo massimo ritenuto necessario per la fornitura e il relativo montaggio della struttura. I lavori a base d’asta saranno finanziati dall’Autorità Portuale di Gioia Tauro per un importo complessivo pari a 268 mila euro.

La realizzazione del Terminal passeggeri si inserisce nel percorso tracciato dall’Autorità portuale di Gioia Tauro che, in accordo con la Regione Calabria, dopo aver sottoscritto uno specifico protocollo d’intesa
“Attivazione di un sistema portuale calabrese a sostegno dell’attività crocieristica”
ha puntato a dotare lo scalo crotonese di infrastrutture idonee a migliorare il servizio di accoglienza. L’obiettivo è quello di inserire lo scalo tra le mete scelte dal settore delle crociere internazionali caratterizzato da una tipologia di turisti che richiedono alta specializzazione. La realizzazione di questo nuovo terminal risponde, quindi, all’esigenza di dotare lo scalo di una serie di servizi di qualità capaci di attrarre l’attenzione di compagnie interessate a mettere radici a Crotone.

Nessun commento

Powered by Blogger.