Header Ads

CONFETRA - Nereo Marcucci nuovo presidente

 Nereo Marcucci è stato eletto nuovo Presidente della Confetra - Confederazione generale italiana dei trasporti e della logistica - che rappresenta oltre 60 mila imprese con più di 500 mila addetti e un fatturato complessivo di circa 60 miliardi di Euro. Marcucci, che succede a Fausto Forti, guiderà la Confetra per il prossimo triennio.

Livornese, classe 1946, Marcucci è da sempre impegnato in diversi ruoli nel mondo della logistica e ha già ricoperto cariche di rilievo all’interno del sistema associativo confederale sia come Presidente Assologistica che come Vice Presidente Confetra. Tra l’altro è stato presidente dell’Autorità Portuale di Livorno, presidente di Assologistica, amministratore delegato di LSCT, La Spezia Container Terminal.
Primo obiettivo del programma di Marcucci sottoporre alle forze politiche un crash program sulla logistica capace di rilanciare in breve tempo il settore. Sul tappeto anche la spinosa questione dei costi minimi dell’autotrasporto: dopo il rinvio alla Corte Costituzionale per i rilievi di illegittimità sollevati dalla magistratura ordinaria, ora il TAR del Lazio ha chiamato in causa la stessa Corte di Giustizia Europea espressamente affermando di “dubitare che il sistema dei costi minimi dell’autotrasporto sia compatibile con il diritto dell'Unione Europea”.
Le critiche formulate dal TAR sono tali e tante che, pur non essendoci un'efficacia immediata sulla normativa italiana, tutti i giudizi pendenti su questa controversa materia verranno presumibilmente sospesi in attesa delle pronunce delle supreme corti di Roma e di Bruxelles.
“In questo contesto - secondo Confetra (Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica) - e per evitare che l'incertezza del diritto raggiunga livelli insopportabili in un settore nevralgico come quello della logistica delle merci, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti farebbe bene ad ottemperare alla formale richiesta formulatagli un anno fa dall'Autorità Antitrust di disapplicare, per violazione dei principi della libera concorrenza, la disciplina dei costi minimi di sicurezza”.
Marcucci avrà al suo fianco una Giunta composta, oltre che dai Presidenti di tutte le Federazioni Nazionali, dai nuovi componenti eletti: Roberto Alberti, Ivana Cecconi, Andrea Gentile, Sebastiano Grasso, Riccardo Martini, Renzo Muratore, Guido Restelli, Francesco Tavassi, Viviana Trenti, Pietro Vavassori, Maurizio Vellisco.

Confetra Nord Est


Nel contempo anche Confreta Nord Est ha eletto il suo nuovo presidente, nella figura di Paolo Salvaro; l'elezione, avvenuta all'unanimità, si è tenuta al termine dell'Assemblea dei Soci svoltasi nei giorni scorsi a Verona.
Paolo Salvaro, che succede a Giulio Bresaola, alla guida dell'Associazione nell'ultimo biennio, è
nato a Venezia 65 anni fa e da 45 è attivo nel mondo dello shipping. Dopo gli esordi alle dipendenze dell'Adriatica di Navigazione, diviene responsabile della filiale di Venezia della Società Carretta & Faccio Spa, divenuta poi Carretta & Tavoni Spa. Nel 1997 è socio fondatore della Doge
International Srl. Nel 2003 lascia l'attività di spedizioniere ed assume la carica di Segretario Generale dell'Associazione Spedizionieri ed Agenti Marittimi di Venezia, nella quale aveva già ricoperto il mandato dal 1999/2002 di Presidente della Sezione Spedizionieri. Nel Novembre 2006
l’Associazione si divide e viene riconfermato Segretario Generale, compito che svolge tutt’ora per
l’Associazione Imprese di Spedizione Venezia. Nel Novembre 2011 alla costituzione di Confetra Nord Est assume la carica di Segretario Generale.

L'obiettivo di Paolo Salvaro


è proseguire nelle iniziative già avviate dal Presidente uscente
Bresaola, ed in particolare contribuire a risolvere i problemi che affliggono le Imprese del settore:
inefficienze delle dogane, gap infrastrutturali e operativi nel settore ferroviario, intermodale e
portuale, normative complesse e contraddittorie. Un mix che rischia di rivelarsi letale non solo per
spedizionieri marittimi e doganali, per gli operatori della logistica e del trasporto, ma che si
ripercuote sulla efficienza e competitività di tutte le imprese produttrici.
In particolare Confetra NordEst ha avviato in collaborazione con gli Interporti del Nord Est, il Porto
di Venezia e la Regione, una iniziativa per far partire quanto prima anche nei nostri terminal lo
Sportello Unico Doganale, che secondo la legge avrebbe dovuto essere operativo già dal 2011,
l’applicazione della procedura di Pre Clearing, nonché l’attivazione dei Corridoi Doganali per i retroporti.

Nessun commento

Powered by Blogger.