Al via i nuovi corsi della TISG Academy


14 settembre 2021 - E’ ripartita ieri la seconda sessione di corsi della TISG Academy, il progetto lanciato nel mese di marzo da The Italian Sea Group, dedicato alla realizzazione di percorsi di eccellenza per i dipendenti dell’azienda e per studenti laureandi delle Università italiane. 

Dopo gli studenti dell’università di Genova, questo secondo ciclo di seminari, strutturato in lezioni settimanali tenute nella sala polivalente TISG Academy che ha una capienza di oltre 100 posti ed è dotata di strumenti di supporto di nuovissima generazione, sarà dedicato agli studenti laureandi in ingegneria navale e nautica delle Università di La Spezia attraverso la fondazione Promostudi e l’Università di Trieste. 
“Siamo orgogliosi di offrire questa opportunità nell’ultimo miglio che precede l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro” 
ha commentato il Founder & Ceo di The Italian Sea Group Giovanni Costantino. I corsi svolti affronteranno argomenti di grande interesse relativi al mondo nautico, come la prevenzione degli incendi a bordo, l’analisi dei fenomeni di rumore o la trasmissione delle vibrazioni fino alla sicurezza a bordo, senza trascurare la costante formazione sulla qualità tecnica ed estetica, valore fondante della filosofia aziendale. 

La conferma di interesse ricevuta durante la prima sessione estiva dai partecipanti, organizzatori e docenti, consente all’Academy di ripartire con un seminario tenuto dal Comandante F. Rovetti della Capitaneria di Porto. Sarà il primo di una serie di tre programmi, con focus sulla sicurezza nei porti e sugli yacht, e farà da incipit alla nuova programmazione che vede un’adesione da parte di tutti gli enti coinvolti fino al 2022. 

Nell’Academy saranno ospitati docenti provenienti dai Big Players del mondo della progettazione e costruzione di apparati di navigazione, sistemi di prevenzione attiva antincendio, ingegneri che negli anni hanno pubblicato documentazioni scientifiche inerenti la corrosione delle leghe metalliche in ambiente marino e metodi per contrastarla.

Posta un commento

0 Commenti