Francesca Scali: “Nel PNRR spazio anche per lo sviluppo del porto di Livorno”


10 giugno 2021 - 
“È un onore poter guidare una categoria come quella degli agenti marittimi che storicamente ha svolto un ruolo importantissimo per lo sviluppo del porto di Livorno. E proprio in questa ottica, come primo atto, ci candidiamo a rinnovare il patto di collaborazione con l’intero cluster marittimo e portuale così come con le Istituzioni per cercare di assicurare al nostro porto il ruolo che gli spetta nell’ambito della programmazione nazionale delle grandi opere strategiche per il Paese”.
A esprimersi così è la neo presidente di Asamar (Associazione degli agenti marittimi di Livorno) Francesca Scali, intervenendo sul tema caldo dell’esclusione dello scalo toscano dal PNRR:
 “Non è comprensibile come nessuna delle opere strategiche che riguardano il porto di Livorno, in primis la Darsena Europa dalla quale dipende il futuro ruolo di un esteso habitat economico e produttivo, non abbiano trovato né posto né menzione nel PNRR. Proprio a questo fine è indispensabile oggi ricompattare quel fronte comune di imprese, Istituzioni e mondo del lavoro che ha decretato in anni passati il successo del nostro scalo”.
 Francesca Scali, è stata recentemente chiamata alla Presidenza di Asamar ed è affiancata dai due vice presidenti: Guido Fanfani e Giovanni Gasparini.

Posta un commento

0 Commenti