Fincantieri rafforza la sua presenza nel comparto delle infrastrutture


24 dicembre 2020 – Fincantieri, attraverso la sua controllata Fincantieri Infrastructure, ha finalizzato l’acquisizione del principale ramo d’azienda che fa capo a INSO – Sistemi per le Infrastrutture Sociali S.p.A., comprensivo della controllata SOF, già parte del gruppo Condotte, in amministrazione straordinaria dal 2018, costituendo una newco, Fincantieri INfrastruttureSOciali, partecipata al 90% da Fincantieri Infrastructure e al 10% da Sviluppo Imprese Centro Italia SGR SpA (SICI), in rappresentanza della Regione Toscana. 

Si rafforza così la strategia di Fincantieri che fa della diversificazione e dell’integrazione del business il suo punto di forza. Con questa operazione la società consolida la propria presenza nel campo delle infrastrutture portando a compimento un percorso intrapreso da tempo, integrando le competenze del Gruppo nell’ambito della lavorazione dell’acciaio e della gestione di una filiera complessa come quella della costruzione navale. 

 Questa operazione porta in dote a Fincantieri 1 miliardo di ordini, un carico di lavoro rilevante e internazionale, grazie a importanti commesse in Italia e all’estero (Cile, Francia, Grecia, Qatar, Algeria). La newco opererà in diversi campi: quello delle infrastrutture per la sanità; quello delle concessioni, svolgendo servizi di facility management, per i propri siti e per conto di terzi; e come system integrator nella fornitura di apparecchiature e tecnologie medicali. In questo modo sarà preservata anche la forza lavoro di INSO e SOF, attualmente pari a circa 450 addetti.

Posta un commento

0 Commenti