Piattaforma logistica nazionale digitale (pln) di Uirnet


17 settembre 2020 – Al via il Nuovo Progetto di Piattaforma Logistica Nazionale Digitale (PLN). Si è insediata ieri, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Cabina di Regia - proposta di UIR, l’associazione che riunisce gli interporti italiani - presieduta da Zeno D’Agostino, che guida l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e Vice Presidente di ESPO (European Sea Ports Organization. 

 L’obiettivo della Piattaforma Logistica Nazionale Digitale, sviluppata da UIRNet spa, è mettere in comunicazione i nodi di interscambio modale, porti, interporti, centri merce e piastre logistiche con i vettori, migliorando l’efficienza e la sicurezza della logistica italiana e semplificando i processi di comunicazione tra operatori ed enti. Si tratta di un “cambio di passo” nelle attività e nella strategia decisionale di UIRNet Spa, soggetto attuatore unico del MIT per la realizzazione e gestione della Piattaforma Logistica Nazionale Digitale (PLN). La Cabina di Regia, infatti, è stata istituita con delibera del CdA di UIRNet, per supportare le attività di elaborazione e realizzazione del nuovo Progetto di PLN, coinvolgendo attivamente tutti i componenti e gli stakeholder logistici. Il Presidente di UIRNet SpA, Lorenzo Cardo, ha dichiarato di essere soddisfatto dell’avvio dei lavori della Cabina di Regia, da cui si aspetta un contributo fondamentale per lo sviluppo e l’implementazione di sistemi di interesse nazionale come il Port Comunity System , il Freight Village System e il CCD. 
“La Cabina - ha proseguito il Presidente – è un’occasione concreta per confrontarci con i maggiori stakeholders del settore per fare in modo che la PLN sia un sistema in grado di rispondere alle reali necessità del mondo logistico.” Cardo, ha poi concluso facendo una riflessione sulla recente emergenza sanitaria affermando che “il COVID-19 ha ribadito l’importanza e la strategicità della filiera logistica che ha continuato a lavorare, garantendo lo spostamento delle merci, anche durante la pandemia. È per questo che dobbiamo impegnarci per una sua piena digitalizzazione contribuendo sia alla semplificazione dei processi che ad una maggiore competitività del settore”.

Posta un commento

0 Commenti