Header Ads

Valorizzare Porto Empedocle partendo dal suo porto


23 giugno 2020 - Il rilancio del territorio empedoclino con particolare riferimento all’area portuale è stato il tema del tavolo tecnico organizzato stamane a Porto Empedocle dall’amministrazione comunale alla presenza del vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, on. Giancarlo Cancelleri, del prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa, del presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicila occidentale, Pasqualino Monti, del Direttore marittimo della Sicilia occidentale, amm. Roberto Isidori, del comandante della Capitaneria di Porto Empedocle C.F. Gennaro Fusco e del sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina. Il presidente Monti ha dichiarato:
 “Siamo felici che, dopo le necessarie demolizioni dei silos e delle strutture fatiscenti che squalificavano l’area, si presenti il progetto di costruzione della nuova stazione marittima, mentre è stata già definita la progettazione sia del molo crocieristico sia del dragaggio dei fondali. Vogliamo trasformare un porto che oggi è dedicato al sale da un lato e ai traghetti con le Pelagie dall’altro, in un porto che sappia accogliere navi da crociera e ro-ro. Porto Empedocle, non dimentichiamolo, è stata anche inserita tra le Zes e ha da valorizzare il progetto del deposito di Lng, l’unico ad affacciarsi sul Mediterraneo, fondamentale per il rifornimento delle navi. Inoltre è dentro l’accordo siglato lo scorso dicembre con due delle più importanti compagnie crocieristiche, Msc e Costa, con l’obiettivo di far arrivare nei porti della Sicilia occidentale un milione e mezzo di passeggeri in cinque anni, naturalmente con le dovute proporzioni tra gli scali. Ma bisogna partire da una ricostruzione di infrastrutture - da 70 milioni di investimenti - che porteremo avanti con determinazione come abbiamo fatto sin dal primo giorno di gestione”.

Nessun commento

Powered by Blogger.