Header Ads

Regione Lazio – bando internazionalizzazione delle Mpmi


16 marzo 2020 - Al via, dal 6 aprile 2020 il bando internazionalizzazione delle MPMI della regione Lazio per la richiesta massima di un contributo pari a 200.000 euro. Il bando dà attuazione al Po Fesr Lazio, con riferimento all’Azione 3.4.1, Sub-Azione “Strumenti per l’internazionalizzazione del sistema produttivo”, per il quale sono stati messi a disposizione dalla Regione un ammontare di 5.000.000 di Euro.

Chi sono i beneficiari? Possono presentare domanda in risposta al bando i seguenti beneficiari: Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), inclusi i Liberi Professionisti, con Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio, in forma singola o aggregata. Progetti ammissibili Sono agevolabili Progetti (PIE) di internazionalizzazione e di promozione dell’export delle MPMI finalizzati all’apertura e al consolidamento nei mercati esteri, che risultino coerenti con la programmazione regionale e prevedano la realizzazione di una o più Tipologie di Intervento fra quelle di seguito elencate:

A) Cooperazione industriale, commerciale e di export in mercati esteri ritenuti prioritari per la ricerca di collaborazioni industriali, commerciali e di esportazione di prodotti e di servizi regionali: A1 Partecipazione a manifestazioni fieristiche, saloni internazionali e eventi commerciali all’estero; A2 Progettazione e realizzazione di eventi promozionali volti alla valorizzazione di filiere e reti di imprese; realizzazione temporanea all’estero, per un periodo massimo di 12 mesi, di showroom e di centri espositivi; A3 Azioni di promozione, comunicazione e marketing strumentali ad A.1 e A.2;

B) Acquisizione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione: B1 Consulenza strategica per l’elaborazione di un Piano di penetrazione commerciale in un determinato Paese e settore; B.2 Consulenza strumentale al progetto di internazionalizzazione; B.3 Spese relative al Temporary Export Manager e consulenze specialistiche ad integrazione di funzioni aziendali e funzionali al progetto di internazionalizzazione (incluso il costo per il supporto nella rendicontazione sostenuti nei confronti di un soggetto iscritto all’albo dei revisori legali al Ministero dell’economia e delle finanze).

C) Attività volte a migliorare, anche ai fini dell’esportazione, la qualità della struttura e del sistema produttivo e acquisire certificazioni attinenti alla qualità e alla tipicità dei prodotti e ai sistemi ambientali: C.1 Investimenti materiali e immateriali finalizzati al progetto di espansione su nuovi mercati; C.2 Investimenti materiali e immateriali, per diversificare la produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformare radicalmente il processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente, in funzione delle attività di internazionalizzazione previste dal Piano di Investimenti per l’Export. Importo Agevolazione

L’aiuto è concesso in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 50%dell’importo complessivo del progetto ammesso. L’importo massimo dell’aiuto concedibile è pari a € 200.000,00 (duecentomila).

Nessun commento

Powered by Blogger.