Header Ads

Commercio estero extra-Ue


3 febbraio 2020 - A dicembre 2019, per entrambi i flussi commerciali da e verso i paesi extra Ue, l’Istat stima una diminuzione congiunturale, più ampia per le importazioni (-1,8%) rispetto alle esportazioni (-0,9%). La flessione congiunturale dell’export riguarda l’energia (-12,8%) e i beni di consumo non durevoli (-4,4%).

I beni di consumo durevoli (+2,4%), i beni intermedi (+1,3%) e i beni strumentali (+1,1%) registrano un aumento. Dal lato dell’import, si rilevano cali congiunturali per i beni strumentali (-4,9%), i beni di consumo non durevoli (-3,5%) e i beni intermedi (-1,3%), mentre sono in aumento gli acquisti di beni di consumo durevoli (+1,1%) ed energia (+0,9%).

Nessun commento

Powered by Blogger.