Header Ads

Plauso dell’UNWTO nella prima giornata della XXII BMTA


15 novembre 2019 -
“La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico è un contenitore di spessore internazionale che sta registrando un altissimo livello nel dibattito tra i più grandi esperti e le più importanti organizzazioni che lavorano nel turismo culturale in tutto il mondo”. 
È stata questa dichiarazione dell’Ideatore e Direttore della BMTA Ugo Picarelli a dare il via a una serie di importanti riscontri da parte dei rappresentanti delle Istituzioni internazionali e della Autorità, che hanno accompagnato la giornata di apertura della XXII edizione questa mattina al Centro Espositivo Savoy Hotel di Paestum. Tra tutti, il nuovo Direttore Regione Europa dell’UNWTO, l’Organizzazione Mondiale del Turismo, Alessandra Priante, che ha espresso la volontà di affiancare la Borsa in maniera ancora più concreta da un punto di vista operativo e di contenuti a partire dal prossimo anno, definendo la BMTA
“il meglio del Sistema Italia, espressione spesso vuota, che qui, invece, viene coniugata a ragione. La Borsa - ha dichiarato - è tutto ciò che l’UNWTO vorrebbe che si facesse nel mondo”.
“Le iniziativa che mettiamo sempre in campo - ha ricordato il Direttore Picarelli - sono uniche. Tra i dodici eventi che compongono la Borsa più di uno potrebbe camminare in maniera autonoma”. 
Attenzione verso la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, per l’alto profilo culturale, ha manifestato il Sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri, che ha dato il benvenuto agli ospiti:
“Capaccio Paestum è la sintesi, riuscita e potente, di due elementi portanti: Tempo e Territorio. Il nostro passato ci offre infatti il dono prezioso dell’antica Paestum, un’eredità di storia e di bellezza che ci ha reso conosciuti nel mondo. A segnare il presente è invece la forza delle risorse territoriali: mare, ambienti naturali, enogastronomia e, non ultimo, un sistema d’imprese ricettive solido e preparato all’accoglienza. Proprio nell’integrazione fra Tempo e Territorio c’è, io credo, il carattere distintivo di un’offerta che sa arricchire la bellezza del passato con la forza del presente, offrendo a chi ama il turismo archeologico e culturale un’esperienza di visita particolarmente completa e stimolante”.
 Gabriel Zuchtriegel, Direttore del Parco Archeologico di Paestum, ha espresso la volontà di
“rafforzare ancora di più questo contenitore, che negli anni ha raggiunto punte di massima importanza quale l’incontro e il gemellaggio tra Paestum e Palmira. Non ci sono altri eventi simili al mondo - ha concluso Zuchtriegel - questa Borsa è un gioiello”.

Nessun commento

Powered by Blogger.