Header Ads

PORTO&uinterporto è presente al GIS - Stand 3,5

Fs Italiane, approvata semestrale 2019


9 ottobre 2019 - Il Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane ha approvato la Relazione finanziaria semestrale del Gruppo FS Italiane al 30 giugno 2019. I ricavi operativi del Gruppo salgono, rispetto al primo semestre 2018, a 5,98 miliardi di euro con un incremento complessivo di 126 milioni di euro (+2,2%). L’incremento dei ricavi è accompagnato dalla significativa crescita del Margine Operativo Lordo (EBITDA) di 91 milioni di euro che arriva a 1,3 miliardi di euro (+7,5%).

 L’EBITDA Margin si attesta al 21,7%. L’EBIT cresce passando dai 426 milioni di euro nel primo semestre del 2018 ai 454 milioni di euro nel primo semestre del 2019 (+6,6%,) segno della buona tenuta operativa dei business. Anche il risultato netto di periodo, conseguentemente, raggiunge i 362 milioni di euro (+15 milioni, +4,3%). Alla crescita del Gruppo contribuiscono le positive performance dei ricavi da servizi di trasporto che, raggiungendo i 3,75 miliardi di euro, segnano un incremento di 100 milioni di euro rispetto al primo semestre 2018.

Nello specifico, mostrano un segno positivo tutte le componenti legate al trasporto: crescono infatti i ricavi relativi ai servizi passeggeri su ferro Long Haul e Short Haul (complessivamente +48 milioni di euro), i ricavi connessi al trasporto passeggeri su gomma (+39 milioni di euro) e i ricavi del settore merci su ferro (+12 milioni di euro).

 Gli investimenti, in linea con il trend storico, continuano a rappresentare un elemento centrale nelle politiche di sviluppo del Gruppo che, nel primo semestre dell’anno, ha consuntivato una spesa di oltre 2 miliardi di euro di investimenti che, per più del 50%, ha interessato il mantenimento in efficienza e sicurezza della rete sia convenzionale sia AV/AC. Il Gruppo mantiene, inoltre, un elevato livello di solidità finanziaria con mezzi propri che, al 30 giugno 2019, si attestano a 42,1 miliardi di euro e con una posizione finanziaria netta pari a 8,6 miliardi di euro.

Nessun commento

Powered by Blogger.