Header Ads

Porto di Civitavecchia, rispetto delle norme sull’emissioni in atmosfera


27 agosto 2019 – La quasi totalità delle navi che scalano il porto di Civitavecchia rispettano le Norme in materia di emissioni in atmosfera (e quelle che non le rispettano vengano sanzionate dai competenti Enti), ed in alcuni casi rilasciano in atmosfera sostanze in quantità inferiore a quella permessa. Dagli anni ’90 la qualità dei combustibili marini è decisamente migliorata (basti pensare che il tenore di zolfo si è ridotto dal 4.5%, allo 0,1% per la sosta in banchina a partire dal 01.01.2010, ed allo 0.5% per la navigazione a partire dal 01.01.2020) e viene costantemente monitorata dalla Capitaneria di Porto.

L’AdSP, sin dal 2017 (Decreto Presidenziale n.121), ha promosso un programma di incentivi teso a premiare le navi che utilizzano tecnologie e pratiche da cui derivano emissioni in atmosfera inferiori a quelle ammesse dalla Normativa vigente, anche attraverso la sottoscrizione di accordi volontari (quale è il Civitavecchia Blue Agreement, in base al quale alcuni armatori che scalano il Porto di Civitavecchia si sono impegnati ad utilizzare combustibile a 0.1% di tenore di zolfo già nella fase di avvicinamento al porto).

Tutte le iniziative intraprese dall’Ente sono state supportate da una analisi costi/benefici che ha riguardato anche l’installazione di collegamenti elettrici in banchina (c.d. elettrificazione delle banchine). L’AdSP, seguendo le procedure emanate dalla Commissione Europea (Direttive 2014/94/UE e 2019/883/UE, o il Regolamento 2017/352/UE) e/o dal Governo italiano (D.lgs. 152/2006, D.lgs. 257/2016 o la L.84/1994), promuove la realizzazione, a cura e spesa di soggetti privati di tali impianti:
• favorendo la concessione di banchine a soggetti privati che si impegnano a realizzare ed usare, a loro cura e spesa, l’elettrificazione di tali banchine (Decreto Presidenziale n.254/2018),
• riducendo i costi operativi connessi all’uso di tali impianti attraverso una scontistica applicata al servizio di raccolta rifiuti bordo nave, recependo le recenti indicazioni della Commissione Europea (Decreto Presidenziale 226/2019).

Con tale recente Decreto l’AdSP ha così varato un nuovo programma di incentivi (che entrerà in vigore il 01.09.2019) teso a diversificare ed estendere la platea dei soggetti beneficiari degli incentivi (e le relative tecnologie “green” impiegate dagli armatori) erogati dall’Ente (e coperti con fondi del bilancio dell’AdSP).

Nessun commento

Powered by Blogger.