Header Ads

“Fast Corridor” doganale del sistema produttivo veneto


13 dicembre 2018 - Presentato ieri mattina all’Interporto di Padova il Fast Corridor ferroviario doganale tra il Porto di La Spezia e il terminal padovano, il primo del genere in tutto il nord est. Il serizio che è già attivo da qualche mese, ha superato la fase sperimentale ed è oggi pienamente operativo, permette ai container in importazione sbarcati a La Spezia di espletare le pratiche doganali all’Interporto di Padova anziché in porto con un risparmio medio nei tempi di resa finale al cliente di un giorno e mezzo.

 In pratica è come se il terminal di Interporto Padova fosse una banchina in più del Porto di La Spezia. Alla presentazione hanno preso parte anche il sindaco di Padova Sergio Giordani, il consigliere provinciale Vincenzo Gottardo e il direttore di Padova Promex Franco Conzato per la Camera di Commercio, in qualità dei soci di Interporto Padova Spa.
 “Desidero sottolineare che questo “corridoio veloce” è il coronamento tecnologico che si abbina perfettamente alle migliori relazioni intermodali con uno dei porti più importanti del nostro Paese- commenta il presidente di Interporto Padova Sergio Gelain- non è un caso che proprio l’operatore, cioè il gruppo Contship, che più ha nel suo DNA la vocazione al traffico ferroviario, abbia contribuito con noi allo sviluppo anche commerciale di questa nuova opportunità”.
 “Sono molto contento dell’attivazione di questo corridoio che fa capo ad un Interporto pubblico quale è quello di Padova, la dimostrazione concreta che abbiamo anche un “pubblico” che funziona e anche bene- commenta il direttore della Agenzia delle Dogane di Veneto e Friuli Venezia Giulia Franco Letrari- Posso aggiungere che come Dogane crediamo molto in questa iniziativa, perché vogliamo essere di aiuto alle imprese e non di ostacolo, come purtroppo in passato siamo stati percepiti. E’ un ottimo esempio di collaborazione tra soggetti pubblici e privati che utilizzando le opportunità offerte oggi dall’ information technology, migliorano significativamente un servizio alle imprese. Mi auguro che altri corridoi simili possono essere attivati a breve con Padova”.
 Stefano Morelli general manager di Contship Italia Groupil terminalista marittimo che con la propria impresa ferroviaria privata ha per primo attivato il servizio di fast corridor con Padova grazie ai collegamenti giornalieri tra l’Interporto e La Spezia spiega: “Abbiamo creduto da subito in questo servizio che aggiunge efficienza al segmento finale di trasporto delle merci.

Per gli spedizionieri doganali è facilissimo usufruire di questo servizio basato sul tracciamento elettronico delle merci, basta indicare i contenitori interessati al servizio almeno 4 giorni prima dell’ arrivo della nave in porto. In questo modo saranno attivate tutte le procedure informatiche che permettono, da un lato di monitorare il container nel suo viaggio ferroviario, dall’altro trasferire alla dogana competente per destinazione le pratiche relative”.

Nessun commento

Powered by Blogger.