Header Ads

Barcolana, il successo di un’intera città


30 novembre 2018 - Nel 2013 gli iscritti alla regata più partecipata al mondo erano 1.545, con un giro d’affari – solo stimato – di 20 milioni di euro, 127 espositori e 30 eventi in 4 giorni. Numeri cresciuti in modo incredibile nel 2018: 2.689 iscritti, giro d’affari – sempre stimato – stimato di 75 milioni, 206 espositori e 400 eventi in 10 giorni.

Forte di queste cifre, alla conviviale del Propeller Club di Trieste, il Presidente della Società velica Barcola Grignano, Mitja Gialuz, ha annunciato uno studio commissionato all'Università Bocconi di Milano per valutare in modo scientifico presenze e indotto. Ciò che è invece già sicuro è il forte vantaggio d'immagine che Trieste e il suo territorio traggono da quello che lo stesso assessore comunale al Turismo del Comune, Maurizio Bucci, ha definito “la regina degli eventi”.
«Si tratta di risultati non ascrivibili alla Società velica, ma alla capacità di coinvolgere l’intera città e riuscire a far squadra fra aziende e istituzioni. Risultati – ha concluso Gialuz, professore ordinario al Dipartimento di Scienze giuridiche dell'Università di Trieste - che hanno premiato la lungimiranza delle istituzioni anche se ci sono state, negli anni, decisioni difficili da prendere».
 Una di queste, ha sottolineato l'assessore Bucci, riguarda la convivenza con le navi da crociera. Anche in prospettiva futura dopo l'annuncio da parte di MSC di far diventare home port lo scalo di Trieste a partire dal 2020. «Già nel calendario di quest'anno – ha detto Bucci - si è verificata la presenza di due navi da crociera proprio il giorno della Barcolana. Una compagnia tedesca mi ha appena fatto sapere che se salta la data della Barcolana, salta la stagione.

Ma la Barcolana non si mette in discussione, però aiutiamoci. Bisogna cambiare gli spazi del Villaggio Barcolana, mentre il futuro è Porto Vecchio». Il turismo a Trieste sta crescendo ormai da anni, superando quasi indenne i recenti periodi di crisi, anche grazie agli eventi organizzati, tra i quali, ha ricordato il Presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia, Antonio Paoletti, sono da annoverare le fiere di settore. Su tutte quella legata all'olio di qualità e al caffè.

L'intervento di Paoletti è servito anche a ricordare la sua proposta di realizzazione di un Parco del mare (due gli scenari di investimento, uno da 38 milioni di euro e uno da 48 milioni), che pare ormai giunto alla fase esecutiva con il placet delle amministrazioni locali.

Nessun commento

Powered by Blogger.