Header Ads

33° edizione Salone Franchising Milano


31 ottobre 2018 – Più contenuti, più formazione, più intrattenimento, più start up, più business. Questi i plus della 33°edizione di “Salone Franchising Milano”, la tre giorni del commercio in affiliazione che si è conclusa a Fieramilanocity. Il dato forse più significativo è che il tempo medio di permanenza dei visitatori nel Salone è passato da 3 ore a 4 ore e mezzo. A testimonianza che l’atmosfera positiva dell’evento, luogo di decisioni importanti per il proprio futuro, ma anche di spettacolarizzazione delle proposte, ha soddisfatto sia i visitatori che le catene espositrici. Un fermento che ha generato dati rilevanti: 17.300 visitatori con un incremento del 15% rispetto all’edizione dello scorso anno, oltre 200 i marchi commerciali rappresentati negli stand, una superfice espositiva aumentata del 18% rispetto al 2017. Soddisfatte le catene commerciali che hanno incontrato e valutato tanti candidati all’apertura di negozi o agenzie di servizi in affiliazione. “E’ la prima volta che abbiamo partecipato ad una fiera del franchising – ha riferito Alessandro Lazzaroni, Ad di Domino's Pizza – perché finora aprivamo solo negozi di proprietà. E gli incontri con i visitatori sono stati di buona qualità”. Soddisfazione anche nello stand del network immobiliare Re/Max Italia: “Abbiamo già deciso di raddoppiare lo stand il prossimo anno – ha raccontato Nicola Profumi, direttore franchising – siamo molto soddisfatti, abbiamo fatto tanti e buoni contatti”. “E’ la seconda volta che partecipiamo al Salone – ha dichiarato Tommaso Cristofaro, responsabile sviluppo Carrefour – ed abbiamo notato con piacere una buona affluenza che ci ha concesso di avere contatti promettenti”. Lorenzo Brena, dello sviluppo franchising di Coop Lombardia ha sottolineato “l’ottima organizzazione del Salone, e il notevole afflusso di persone, specie il primo giorno”. Secondo Giorgio Fuser, Franchising Development Manager di Prima Donna “L’affluenza è stata maggiore rispetto allo scorso anno e la qualità dei visitatori è aumentata, nel senso che i visitatori sapevano cosa cercare”.

Nessun commento

Powered by Blogger.