Header Ads

Ucina Confindustria Nautica, convention Ucina Satec 2018


15 giugno 2018 - Dalle prospettive per il mercato nazionale ed estero ai programmi di investimenti sostenuti dall’Unione Europea su misura per le aziende della filiera nautica, dallo sviluppo del grande yachting a quello della locazione nella piccola nautica, fino al rilancio del leasing nautico. Queste le tematiche che sono state affrontate nel corso del convegno “Scenari economici, una rotta per la nautica” organizzato da UCINA Confindustria Nautica e tenutosi questa mattina a Rapallo nell’ambito della Convention SATEC 2018.



La tavola rotonda si è aperta con i saluti delle Istituzioni: Elisabetta Lai, Assessore al Turismo, Commercio e Attività Produttive del Comune di Rapallo, Andrea Benveduti, Assessore Sviluppo Economico della Regione Liguria e il Sindaco di Genova Marco Bucci che ha ricordato l'impegno dell'Amministrazione per far sì che Genova diventi un polo d'eccellenza e di attrazione per il diportismo nautico. Grazie all’intervento di Alessandro Plateroti, Vice Direttore Sole24Ore, è stato possibile avere un autorevole approfondimento sullo scenario economico e politico europeo e mondiale.
“ Oggi stiamo vivendo una frantumazione dell'ordine globale. La variabile politica è importante, non c'è più una sola cabina di regia che come prima regolava il commercio mondiale e i rapporti politici. Gli USA stanno vivendo una svolta: Trump sta dimostrando quanto puo' contare il peso relativo di un Paese che, quando ci sono forza e capacità economiche finanziarie unite all'integrazione sociale puo' dettare le linee guida dello sviluppo per gli altri. L'Europa dimostra un deficit di coesione e quindi bene le iniziative proposte da EBI (European Boating Industry, l'Associazione che rappresenta l'industria nautica in Europa, ndr) e da UCINA per sottrarre il settore della nautica dal coinvolgimento nella guerra dei dazi". Per quanto riguarda l’industria della nautica da diporto in Italia, Carla Demaria, Presidente di UCINA Confindustria Nautica, ha dichiarato senza mezzi termini che “il momento è positivo e la ripresa è solida. Il contesto attorno a noi è certamente favorevole: i Paesi a noi concorrenti come Francia, Spagna, Grecia e Croazia hanno introdotto penalizzazioni che favoriscono ulteriormente l’Italia.
Anche rispetto al leasing nautico – ha continuato Demaria – l’Italia ha attualmente lo strumento più sicuro ed affidabile. L'Europa ha avviato da tempo procedure di infrazione per il leasing e il noleggio nei confronti di Malta, Cipro e Grecia, l'Italia è stata contattata per una semplice richiesta di chiarimenti dalla Commissione Europea in merito allo svolgimento dell'attività di noleggio e all'applicazione delle esenzioni fiscali. UCINA è stata interpellata dagli uffici del Ministero dell'Economia e delle Finanze per fornire una serie di elementi tecnici utili a completare la risposta che l'Italia ha inviato alla Commissione Europea. Questa è ancora una volta la testimonianza concreta del riconoscimento da parte delle istituzioni e del ruolo di UCINA Confindustria Nautica svolto a supporto di tutta la filiera”.

Nessun commento

Powered by Blogger.