Header Ads

Emirati-Arabia Saudita: ottime opportunità per made in Italy


25 giugno 2018 - Tra sei anni le esportazioni sui nuovi mercati di prodotti italiani “belli e ben fatti” (acronimo BBF, considera i settori dell’Alimentare, Moda e Arredo) potrebbero superare, nello scenario più ottimistico, i 18 miliardi, +75%, grazie a 174 milioni di nuovi potenziali consumatori in cerca di made in Italy. Cina, Russia e Emirati saranno i principali mercati di destinazione dei prodotti in questione. A evidenziarlo è lo studio “Esportare la dolce vita”, realizzato dal Centro studi di Confindustria e Prometeia e presentato in occasione del decimo Luxury Summit del Sole 24 Ore. Cina e Russia, insieme a Emirati Arabi Uniti, costituiscono il gruppo di mercati “top premium” per il BBF, ossia paesi nei quali si può contare su bacini consistenti di domanda e contemporaneamente disponibilità a pagare prezzi adeguati per i prodotti italiani di qualità. A questi si aggiungono tre mercati in decollo: Arabia Saudita, Messico e Malesia. Ma esiste anche un gruppo di paesi in cui, a fronte della disponibilità a pagare prezzi elevati, la dimensione del mercato BBF è ancora relativamente modesta come la Tailandia e il Brasile.

Nessun commento

Powered by Blogger.