Header Ads

Imprese italiane a Pechino

12 febbraio 2018 - Nell’ambito dei seminari “La Cina cambia, l’Italia riparte” dedicati alle sfide per le aziende italiane in Cina, si è tenuto a Pechino l’evento “Strumenti finanziari pubblici di sostegno alle imprese italiane in Cina” organizzato da Agenzia Ice e Camera di Commercio Italiana in Cina, a cui hanno preso parte circa 100 imprenditori, manager e professionisti del mondo della consulenza. I lavori sono stati aperti dall’Amb. Ettore Sequi, che ha sottolineato l’importanza di mantenere un canale comunicativo diretto tra Istituzioni e imprese italiane in Cina. “La Cina con oltre 11 Mld di euro di esportazioni nel 2016, è il primo mercato di destinazione per i beni italiani in Asia-Pacifico e rappresenta un terzo del valore complessivo.

L’Ambasciata collabora da tempo con le imprese italiane in Cina per cogliere al meglio le nuove opportunità offerte da un’economia dinamica e in trasformazione: dalla “Nuova Via della Seta” al programma “Made in China 2025”, dall’e-commerce alle opportunità nelle nuove aree urbane sempre più ecosostenibili, fino ai Giochi Olimpici invernali di Pechino del 2022. Alessandra Ricci, A.D. di Simest, società che insieme a Sace costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp, presente a Pechino per illustrare agli imprenditori italiani presenti le possibilità di supporto per le aziende che vogliono crescere a livello internazionale e consolidare la propria presenza all’estero, nel corso dell’evento ha detto che “La Cina è uno di quei 15 Paesi che abbiamo selezionato tra i must per far volare il Made in Italy, che complessivamente varranno più di 100 Mld nel 2020 e che quindi sono destinazioni imprescindibili per il nostro export”.

Nessun commento

Powered by Blogger.