Header Ads

Porto di Napoli, un anno di Comitato


14 gennaio 2018 – (Foto per gentile concessione Propeller Club Salerno) Il Comitato di gestione della AdSP del Mar Tirreno Centrale compie un anno di lavoro che ha portato all’approvazione del Piano Operativo triennale 2017-2019, primi in Italia tra le Autorità di Sistema Portuale. L’occasione per ricordare questo anno di lavoro è stata una conferenza stampa che i vertici della AdSP hanno tenuto presso la Stazione Marittima di Salerno: oltre al presidente Pietro Spirito hanno partecipato i componenti del Comitato di Gestione Gaetano Criscuolo, Arturo Faraone, Luigi Iavarone e Umberto Masucci. Durante questo primo anno sono stati chiusi sette contratti con un impegno economico di oltre 200 milioni di euro che riguardano i dragaggi, nuovi collegamenti stradali e ferroviari, la rete fognaria, il piani di efficientamento energetico. Una menzione particolare è stata fatta per Porto Fiorito, la sfortunata iniziativa che avrebbe chiuso per sempre lo sviluppo commerciale del porto verso oriente: la concessione demaniale è stata revocata e così è rientrata nella disponibilità della AdSP un’area pari a circa il 7 % del totale del porto di Napoli. Naturalmente si è parlato anche del porto di Salerno che dal 1 gennaio di questo anno ha chiuso il regime commissariale ed è entrato a tutti gli effetti nel sistema portuale del Mar Tirreno Centrale. Anche per il porto di Salerno “lavori in corso” che riguardano Salerno Porta Ovest (I stralcio e II lotto), infrastrutture di security, lavori urgenti di spianamento dei fondali del porto, modifica imboccatura, Porto Masuccio Salernitano, prolungamento della scogliera a protezione del bacino di S. Teresa. Proprio su Porta Ovest, il presidente Spirito si è soffermato affermando che si tratta di un cantiere strategico non solo per il porto ma anche per la città perché determina il sistema complessivo di viabilità. Si deve considerare il progetto nel suo insieme, non solo bisogna completare la galleria che è al 45% della sua realizzazione, ma si devono mettere a sistema e completare gli svincoli stradali e autostradali.

Nessun commento

Powered by Blogger.