Header Ads

Sportello unico doganale: Confetra ne sollecita l'attivazione


25 ottobre 2017 - La riforma portuale emanata lo scorso anno (d.lgvo 169/16) ha previsto uno Sportello Unico coordinato dall'Agenzia delle Dogane, competente su tutti i controlli in import e in export delle varie Amministrazioni - sanitari, fitopatologici, veterinari, ecc. - da svolgere contemporaneamente e nello stesso luogo con tempistiche precise: 1 ora per i controlli documentali, 5 ore per quelli fisici. Fino ad oggi però tutto è ancora sulla carta.

Il Presidente della Confetra, Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica, Nereo Marcucci ha sollecitato il Governo a non procrastinare oltre l'avvio del nuovo Sportello che contribuirebbe al recupero di quei traffici destinati all'Italia che oggi arrivano attraverso porti stranieri, per un valore stimabile intorno ai dieci miliardi di euro all'anno.
"Oggi senza il nuovo Sportello Unico, soprattutto nei periodi in cui aumentano i flussi di merce soggetta a controlli plurimi" spiega Marcucci "il mancato coordinamento dei controlli delle varie Amministrazioni unito alla loro carenza di organico fa crollare i nostri standard di sistema Paese rendendoci meno attrattivi".

Nessun commento

Powered by Blogger.