Header Ads

Semplificate le regole sugli investimenti pubblici a favore di porti e aeroporti


23 maggio 2017 - Il 17 maggio la Commissione europea ha approvato nuove norme sugli aiuti di Stato che, ampliando le categorie previste da un regolamento del 2014, esonerano alcune misure di sostegno pubblico a favore di porti e aeroporti, della cultura e delle regioni ultraperiferiche dall'esame preliminare della Commissione. L'obiettivo è facilitare investimenti pubblici in grado di creare posti di lavoro e stimolare la crescita, pur mantenendo la concorrenza. In particolare, viene esteso il campo di applicazione del regolamento del 2014 ai porti, sicché gli Stati membri possono ora effettuare investimenti pubblici fino a €.150 mln nei porti marittimi e fino a €.50 mln nei porti interni in piena certezza giuridica e senza previo controllo della Commissione. Il regolamento autorizza le autorità pubbliche a coprire le spese di dragaggio dei porti e delle relative vie di accesso. Il regolamento di modifica entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Ue.

Nessun commento

Powered by Blogger.