Header Ads

Il difensore della nostra salute


18 giugno 2016 - E’ considerato l’oro rosso dei Monti Lattari. Ricco di licopene e betacarotene ed altri antiossidanti, naturale difensore nella prevenzione dei tumori e delle sue cellule, appena qualche anno fa il pomodorino di Corbara rischiava però di scomparire. Nessuno infatti era disposto a coltivarlo perché economicamente poco vantaggioso: sia per la bassa resa (ogni piantina produce circa 1.5 kg di Corbarino contro i 4/5 kg di pomodorino prodotto da piante di altri tipi), sia per il faticoso lavoro per la preparazione dei terreni, sia infine perché coltivato a cielo aperto su terrazzamenti in alta collina che ne rendevano difficile il trasporto fino a valle.
“Per queste difficoltà, di questa pianta si erano perse le tracce ma, grazie a studi sulle caratteristiche genetiche ed organolettiche portati avanti insieme con la facoltà di Scienze dell’alimentazione della Federico II ed all’instancabile opera di selezione dei semi, siamo riusciti a ripiantare nei nostri vivai queste piantine e a lavorarle per l’inscatolamento senza l’uso di conservanti”, spiega Carlo D’Amato, imprenditore conserviero di Pagani. 
Ed oggi, grazie ad un disciplinare di qualità e di sicurezza alimentare redatto dagli operatori locali, il pomodorino di Corbara è di fatto uno dei prodotti di eccellenza dei Monti Lattari. Nascono così, sotto l’etichetta i Sapori di Corbara, il Corbarino classico in vetro e in latta, la passata, Sua Eccellenza filetti a mano, e finanche intero in acqua e sale, l’antico metodo per conservare gli alimenti nella loro integrità, esaltandone tutte le caratteristiche ed i profumi.

Ovvero, un tripudio di gusto e sapore che ne fanno anche il difensore naturale della nostra salute, come rileva il professore Antonio Giordano, ricercatore scientifico presso la Temple University, originario di Corbara. Giordano ha infatti avviato un progetto focalizzato sull’azione inibitoria del pomodoro sulla proliferazione e la migrazione cellulare. E il Corbarino ha dimostrato di rallentare e contrastare l’espansione di una linea cellulare di cancro gastrico.
 Eduardo Cagnazzi

Nessun commento

Powered by Blogger.