ads

------------------------------------------------------------------------------------------------

Translate

Slider[Style1]

Style3(OneLeft)

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5


9 aprile 2016 - Come c’è margherita e margherita. C’è quella fatta con l’anima e quella che ne è sprovvista. Da Michele Condurro, il più giovane dei nipoti del noto pizzaiolo di via Sersale a Forcella che ne porta il nome e ne prosegue l’arte a tutt’oggi a Fuorigrotta, la pizza riesce a trovare un equilibrio perfetto perché all’arte manuale si unisce l’anima di chi la lavora.

Che rappresenta il valore aggiunto di questo alimento. E nel nuovo locale di Fuorigrotta, curato da Raro design e abbellito dalle foto di Luciano Furia, Michele lancia la pizza tra passato e futuro, affiancando alle classiche Margherita e Marinara, la creativa Tre pilastri e all’Ombra del Vesuvio, tutte preparate con farina del Molino Caputo e arricchite da ingredienti di qualità eccellente: l’olio extravergine di olivo di Terre Stregate di Guardia Sanframondi, il pomodoro Gustarosso, la mozzarella di bufala campana Costanzo.
“Quando si mangia a casa o fuori, per il benessere del corpo e della mente, la ricetta fondamentale è scegliere cibo buono e genuino. Ciò non significa spendere troppo - spiega Michele Condurro - perché la qualità deve essere calcolata in consumi e, a conti fatti, la scelta dei prodotti eccellenti e genuini ripaga sempre”. 
E nel nuovo locale Michele, coadiuvato dai figli Raffaele e Angela, si avvia a maturare la tradizione di famiglia con un progetto moderno aperto alla città ed ai giovani, aperto alle nuove tendenze alimentari e con prodotti di assoluta eccellenza.
 Eduardo Cagnazzi

About maurizio de cesare

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento :

Post a Comment


Top