Header Ads

Invernale Riva di Traiano: parlano i protagonisti


25 febbraio 2016 - Riprenderà domenica prossima, 28 febbraio 2016, il Campionato Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli, con Ars Una (Regata), Twins (Crociera) e Mylan (Gran Crociera) alla ricerca dei punti necessari per tentare di mettere al sicuro il titolo ancor prima del 12 marzo, data di chiusura del Campionato.

Al momento sono state disputate sei regate per tutte le classi, ad eccezione dei Gran Crociera, che non hanno corso non solo, come le altre classi, nel giorno di San Valentino, ma anche il 17 gennaio, sempre per il troppo vento. Novità di questa settimana senza regate, la nomina a Commodoro del Circolo Nautico Riva di Traiano dell’Ammiraglio Francesco Lo Sardo.

L’attività del Circolo è in crescita e i prossimi impegni, a partire dalla Coppa dei Campioni d’Inverno e dalla Roma per 1/2/Tutti, lo vedranno fortemente impegnato a fornire il suo indispensabile contributo d’esperienza, al fine di conseguire i molti e impegnativi obiettivi sportivi prefissati. In questa settimana poi, grazie alla trasmissione di Rai Sport “Vela a Vela” condotta da Giulio Guazzini, hanno espresso le proprie opinioni sulla vela d’inverno proprio i protagonisti del Campionato Invernale, dal Presidente del Circolo, Alessandro Farassino, agli ufficiali di regata Giorgio Rossi, Fabio Barrasso e Cecilia Mazzoni, ai regatanti come Fabrizio Ravioli e ai velai (e regatanti) Paolo Semeraro e Francesco Cruciani.

 Il punto di Giulio Guazzini ”Il Campionato Invernale Riva di Traiano, competizione di altissimo livello tecnico, molto combattuto e competitivo, riveste una grande importanza per la vela all’interno di un periodo tutto sommato difficile per l’economia planetaria, soprattutto quella riguardante il comparto nautico.

Da oltre dieci anni il momento non è dei migliori, ma si percepisce comunque un grande desiderio di rivalsa anche da parte degli armatori che, seguendo l’evoluzione della tecnologia nel corso degli anni, la pretendono, a buon diritto e indipendentemente dal costo, anche su barche sostanzialmente da crociera, per vederne migliorate le prestazioni.

Ciò è possibile grazie all’evoluzione e al perfezionamento dei materiali che rendono queste barche da crociera performanti anche in regata. Si smontano in inverno e si rimontano d’estate, per dar vita alla preziosa occasione di un campionato invernale che consente di regatare anche d’inverno, facendo sì che la vela non si fermi nemmeno durante questa stagione”.

Nessun commento

Powered by Blogger.