Header Ads

Ryanair, azione immediata contro sciopero controllori


26 gennaio 2016 – Ryanair ha fatto appello ieri (25 gennaio) al Governo francese e alla Commissione Europea affinché prendano misure immediate per impedire che migliaia di consumatori in Europa vedano i propri programmi di viaggio o le proprie vacanze interrotti o cancellati da un ristretto gruppo di sindacati dei Controllori del Traffico Aereo (ATC) che vanno in sciopero.

I sindacati dei Controllori di Volo francesi hanno annunciato un’altra chiusura dalle 19.00 (ora locale) di ieri sera fino alle 6.00 di mercoledì 27 gennaio – il 40esimo sciopero dei Controllori del Traffico Aereo in Francia dal 2009 – che porterà ancora una volta alla cancellazione di centinaia di voli e a centinaia di migliaia di consumatori con voli cancellati o in ritardo. Ryanair ha ripetutamente fatto appello alla Commissione e al Parlamento Europeo affinché intraprendano azioni per impedire questi scioperi dei Controllori di Volo, che causano confusione presso i consumatori europei.

Ryanair ha lanciato la petizione online per “Mantenere Aperti i Cieli d’Europa”, che offre ai consumatori europei l’opportunità di unirsi nel suo appello per proteggere l’Europa dai ripetuti ricatti e disservizi da parte dei sindacati dei Controllori del Traffico Aereo, in questi modi:

1- Rimuovendo il diritto di sciopero per i sindacati dei Controllori del Traffico Aereo Europei, nello stesso modo in cui alle varie forze di polizia e militari d’Europa non è consentito scioperare.

Negli Stati Uniti, ai sindacati dei Controllori di Volo è proibito per legge di scioperare. Chi lavora come Controllore di Volo in Europa potrà ancora aderire a un sindacato, organizzarsi e avanzare i propri interessi attraverso la mediazione o l’arbitrato vincolante, il che non implica scioperi o chiusure dei cieli europei oppure

2- Permettendo agli altri Controllori del Traffico Aereo europei di gestire i voli sullo spazio aereo francese durante gli scioperi, il che minimizzerebbe le cancellazioni e i disservizi per i consumatori europei in Spagna, Italia, Germania e Regno Unito, i quali necessitano di attraversare lo spazio aereo francese e spagnolo.

Quando questa petizione estesa a tutta l’Unione Europea otterrà 1 milione di firme, Ryanair intende presentarla a Bruxelles e invitare la Commissione e il Parlamento dell’UE a prendere finalmente un provvedimento.

Nessun commento

Powered by Blogger.