Header Ads

Turismo italiano: aumentano le richieste di servizi benessere

I turisti italiani diventano sempre più esigenti ed aumenta la richiesta di servizi. In particolare, con l'arrivo dei mesi autunnali e invernali, aumenta la voglia di servizi legati al benessere e al relax, per scacciare via freddo e grigiore. Secondo quanto riscontrato da Campeggi.com, portale leader del network KoobCamp, la richiesta di questo tipo di servizi è sempre più frequente anche tra coloro che scelgono di trascorrere la propria vacanza in un campeggio.

 E', infatti, ormai lontano il tempo in cui queste strutture erano un'esclusiva degli spiriti liberi, restii alle comodità, che ricercavano un contatto spartano con la natura. Oggi sempre più campeggi e villaggi si sono dotati di SPA e centri benessere all'altezza dei migliori stabilimenti termali, soprattutto nelle regioni del Nord Italia, in prossimità delle Alpi, dove la natura incontaminata incontra l'attenzione per la cura del corpo e della mente creando le basi di un wellness accessibile in ogni momento dell'anno.

Spesso si tratta di campeggi e villaggi che non hanno nulla da invidiare agli hotel, per posizione e servizi, tanto da meritarsi le quattro o addirittura le cinque stelle di valutazione. In altri casi, invece, a fare la differenza per la struttura è la naturale vocazione al benessere o la posizione vicina ai più rinomati centri termali.

In ogni caso, le soluzioni per ritrovare il proprio benessere psicofisico non mancano di certo e gli italiani, così come gli stranieri, apprezzano con sempre maggiore interesse l'offerta di SPA e centri benessere che arriva dalle strutture per il turismo all'aria aperta. Per guidare gli utenti più esigenti, Campeggi.com in collaborazione con PaesiOnLine.it ha deciso di stilare una mini guida delle dieci strutture da nord a sud, isole comprese, capaci di rispondere alle richieste del turista più esigente, ristorando il fisico e la mente con pratiche innovative o con rimedi tradizionali che si tramandano dall'antica Roma del II secolo a.C. fino a noi.

Nessun commento

Powered by Blogger.