Header Ads

Il progetto Whalesafe a bordo delle navi Costa Crociere


Il progetto Whalesafe, cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il programma Life+, che vede Università degli Studi di Genova (Dipartimento di Fisica e Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita), Costa Edutainment, Direzione Marittima di Genova Capitaneria di Porto di Savona e Softeco uniti per la conservazione dei capodogli (Physeter macrocephalus), sale a bordo delle navi Costa Crociere.

 La collaborazione, che nasce dalla volontà di contribuire alla sensibilizzazione sull’importanza della tutela degli ambienti acquatici, prevede diverse attività sia a bordo sia presso il terminal Palacrociere di Savona, realizzate grazie al supporto di Costa Edutainment, cui è affidata l’attività di sensibilizzazione del largo pubblico del progetto Whalesafe. Sulle navi l’attenzione sarà rivolta in primo luogo ai bambini.

 Gli Squok Club, le aree dedicate all’intrattenimento degli ospiti più piccoli, proporranno attività di animazione sui Cetacei, che consentiranno di imparare giocando a riconoscere le diverse specie che vivono nel Santuario Pelagos, l’area marina protetta di circa 90.000 km2 creata nel 2001 grazie a un accordo tra Francia, Italia e Principato di Monaco. Durante la navigazione in crociera in questa area del Mar Mediterraneo, capita spesso che si avvistino dalla nave esemplari di questi mammiferi marini.

Sotto la guida del personale di bordo opportunamente formato dagli esperti dell’Acquario di Genova, i bambini impareranno a distinguere le singole specie e anche i singoli individui attraverso l’osservazione della pinna dorsale, tecnica utilizzata dai ricercatori dell’Acquario nel progetto di ricerca Delfini Metropolitani. Tutti gli ospiti delle navi Costa potranno conoscere il progetto Whalesafe, scoprirne gli obiettivi e gli strumenti utilizzati dai partner per tutelare i capodogli, attraverso il video dedicato trasmesso sulle tv di bordo.

Nessun commento

Powered by Blogger.