Header Ads

Trasporto di qualità per alimenti sicuri


Food’n’Motion, tema portante dell’edizione 2015 di truckEmotion vanEmotion, con il convegno dal titolo “Trasporto di qualità per alimenti sicuri”, che si è svolto nei giorni scorsi presso l’Autodromo Nazionale di Monza, ha dato il via ad un percorso di approfondimento per regolamentare il comparto del trasporto sano degli alimenti.

 Clara Ricozzi, Chairman del convegno, ha tracciato un quadro dell’attuale situazione italiana evidenziando la necessità di accendere i riflettori sul trasporto degli alimenti per regolamentarlo perché la qualità, il mantenimento delle caratteristiche organolettiche di un alimento e la sua stessa sicurezza igienico-sanitaria sono fortemente condizionati anche dal trasporto.

E il consumatore finale non è in grado di sapere se il prodotto che arriva sulla sua tavola è stato trasportato correttamente. Per tali ragioni Food’n’Motion rappresenta il primo passo verso un reale coordinamento nazionale che coinvolga tutti gli attori della filiera agroalimentare e dell’autotrasporto fino ad arrivare a nuove regole condivise a garanzia dei consumatori.
 “In questo ambito l’Italia può essere leader anche a livello europeo nell’anno in cui, grazie ad Expo, l’alimentazione è al centro dell’attenzione da parte delle Istituzioni, dei media, delle filiere di settore e dell’opinione pubblica – ha dichiarato Clara Ricozzi, che ha continuato - Oggi i controlli si concentrano sulla parte iniziale e finale della filiera mentre ci sono ancora delle criticità legate alla fase di trasferimento degli alimenti dal luogo della produzione ai nodi logistici, dove molti prodotti vengono trasformati e manipolati e non sono stati ancora definiti adeguati standard di qualità della gestione dell’intera supply chain, né sono stati predisposti i controlli specifici. “Inoltre – ha aggiunto - a differenza di altri Paesi europei, in Italia non esiste un’Autorità indipendente, in grado di raccogliere e coordinare i risultati dei controlli sulle sostanze alimentari, perché i controlli generali sugli alimenti fanno capo alle singole strutture pubbliche”.

Nessun commento

Powered by Blogger.