Header Ads

La conclusione del Campionato di vela d'altura


Un’affollata e coinvolgente premiazione ha chiuso il 29 agosto scorso una riuscita edizione del Campionato Italiano Assoluto di Vela d'Altura-Delta Motors Cup, evento organizzato dal Club Vela Portocivitanova su delega della Federazione Italiana Vela e dell’Unione Vela d’Altura Italiana.

Dopo quattro giorni di vela e un totale di sette regate su percorso a bastone portate a termine dalla flotta di 46 barche (23 nel Gruppo A e 23 nel Gruppo B) in condizioni meteomarine sempre eccellenti - l’ultima delle quali disputata con una brezza di circa 8 nodi - va quindi in archivio un Campionato che resterà nella memoria per la magnifica accoglienza riservata ai partecipanti e per l’accesa competizione che ha caratterizzato le prove in mare valide per l’assegnazione dei cinque titoli Italiani di vela d’altura, gli unici, oltre ai dieci delle classi olimpiche e alla Minialtura, assegnati dalla Federazione Italiana Vela.

Protagonisti della manifestazione, l’Arya 415 Duvetica Grey Goose di Sergio Quirino Valente e il Farr 30 Mummy One di Alessio Querin, che si sono imposti nelle due classifiche overall del Gruppo A e del Gruppo B, aggiudicandosi i titoli Italiani (e relativi Trofei Delta Motors Cup) rispettivamente in Classe 1 Crociera/Regata (per Duvetica è il terzo successo negli ultimi tre anni) e in Classe 3-4 Regata. Gli altri tre titoli sono invece andati al TP 52 Hurakan di Marco Serafini per la Classe A Regata, al Grand Soleil 39 Morgan IV di Nicola De Gemmis per la Classe 2 Crociera/Regata e all’X-35 Extrema di Fabio Emiliani per la Classe 3 Crociera/Regata. Al Grand Soleil 43 Blue Sky di Claudio Terrieri (Gruppo A) e al Vismara 34 Vlag di Luca Baldino (Gr. B) è stato consegnato il Trofeo dei Tre Mari (riservato ai migliori tra gli scafi qualificati), mentre ad Hurakan di Serafini e all’NM 38 Scugnizza di Enzo De Blasio il Trofeo Armatore-Timoniere Lombardini Kohler Marine. Soddisfatti i vertici della Federazione Italiana Vela e dell’Unione Vela d’Altura Italiana, l’associazione di classe che riunisce i quasi 2000 armatori impegnati nell’altura a rating.
“Questo Campionato Italiano è una scommessa vinta e una promessa mantenuta: quando abbiamo assegnato la manifestazione al Club Vela Portocivitanova, eravamo sicuri che Cristiana Mazzaferro e il suo staff avrebbero profuso il massimo impegno nella realizzazione dell’evento, forti dell'esperienza accumulata in tanti anni di regate”, ha dichiarato a margine della premiazione il Consigliere Federale con delega alla vela d’altura Fabrizio Gagliardi. “Abbiamo vissuto quattro bellissime giornate di vela, con un vento sempre presente e un'organizzazione impeccabile da tutti i punti di vista, con un’ospitalità squisita culminata in una cena per gli equipaggi come non si vedeva da anni”.

Nessun commento

Powered by Blogger.