Header Ads

128 etnie nelle imprese reggiane guidate da stranieri


Un’imprenditoria sempre più multietnica, quella reggiana. Infatti sono 128, a giugno 2015, le etnie presenti nelle aziende iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Reggio Emilia; se ne contavano 93 nel 2009 e avevano raggiunto le 113 nazionalità differenti a giugno 2014. Cina, Albania, Egitto, Marocco e Tunisia sono, secondo l'analisi dell'Ufficio Studi della Camera di Commercio, i paesi d’origine delle comunità imprenditoriali straniere più rappresentate nella provincia reggiana.

Pur rimanendo da sempre in vetta alla classifica delle nazionalità maggiormente presenti in provincia di Reggio Emilia, i cinesi registrano una flessione, rispetto a giugno 2014, del 4,1% scendendo da 1.502 agli attuali 1.440. In calo dell’1,7% anche gli imprenditori provenienti dall’Albania, mentre aumentano i nordafricani: +9,2% gli egiziani, +6,6% i marocchini e +4,3% i marocchini.

Primo Paese comunitario, che si colloca al sesto posto nella graduatoria in ordine di diffusione imprenditoriale, è la Romania con 477 titolari d’azienda (+1,7%). Tra le nazioni in forte crescita si trovano la Nigeria (159 imprenditori, 44 in più in un anno), il Pakistan (436; +39) e la Moldavia (193; +25). Cresce contemporaneamente anche il numero di aziende guidate da stranieri che in un anno, da giugno dell’anno passato, si sono incrementate del 3,6% passando da 7.316 a 7.580 a fronte di una contrazione dell’1,1% dell’imprenditoria italiana.

La conseguenza di questo andamento è una maggior incidenza delle imprese straniere sulle attività in totale, percentuale che ha raggiunto, alla fine del primo semestre dell’anno in corso, il 13,6% collocando la provincia di Reggio Emilia al quinto posto a livello nazionale nella graduatoria delle imprese per tasso estero. Prima si collocano Prato (26%), Trieste (15%), Firenze (14,6%) e Imperia (13,7%) e la media nazionale si ferma all’8,9%.

Nessun commento

Powered by Blogger.