Header Ads

Conferenza Stampa Inaugurale Batò Muscio 2015


Con una corsa riservata ad Autorità e stampa, dal molo Alilauro di Mergellina, sabato 27 Giugno u.s. sono riprese le escursioni alla riscoperta delle meraviglie del Golfo di Napoli. Molteplici le novità che aspettano di essere scoperte da quanti vorranno regalarsi un’esperienza unica da vivere a bordo
della nave che dalle prime corse sperimentali del 2013 ha conquistato il cuore e la simpatia del suo pubblico. Tra le novità della stagione 2015, la più rilevante, il cambio del nome in Batò Muscio, scelto attraverso un sondaggio popolare lanciato nel periodo invernale dalle pagine dei social network del gruppo Lauro.

 Il nome che il popolo del web ha inteso destinare all’ iniziativa ha riscontrato da subito il favore del management aziendale in quanto rappresenta la sintesi delle caratteristiche del prodotto turistico culturale che il gruppo armatoriale

Lauro ha creato su iniziativa del consigliere Metropolitano di Napoli Carmine Attanasio che da qualche giorno è anche delegato al Turismo della stessa Città Metropolitana. L’escursione a bordo del Batò Muscio dura all’incirca 50 minuti, partendo dal pontile Alilauro del Terminal di Mergellina prosegue alla volta del litorale di Posillipo dove è possibile ammirare, oltre ad un panorama mozzafiato, svariati siti d’ interesse storico monumentale e naturalistico, tra questi: Palazzo Donna Anna, Villa Rosbery, per giungere al suggestivo scenario offerto da Marechiaro per poi lambire l’area della riserva naturalistica de La Gaiola fino a Nisida ed ancora fino ad ammirare la maestosità del Castel dell’ Ovo rivivendone la leggenda.

Il numero di corse attualmente in programma è di cinque partenze giornaliere previste per le ore 10.45 - 12.00 - 17.15 - 18.30 - 19.45 ogni sabato e domenica e fino al 13 Settembre. Napoli è una città che affonda le sue radici nella sua storia, che rivive quotidianamente nei vicoli dei quartieri che pregni di arte offrono la scenografia naturale al vissuto quotidiano, una città che per la sua posizione geografica, il suo clima, deve vivere di turismo e dell’indotto economico che lo stesso genera.

Nessun commento

Powered by Blogger.