Header Ads

Il Maritime Day a Savona


“Il Porto Nascosto” ed “Il Porto Aperto” sono la sintesi di due iniziative concertate e concentrate in un'unica giornata da Capitaneria di Porto ed Autorità Portuale di Savona. Venerdì 22 Maggio le due
Authority di governance hanno celebrato il Maritime Day - la “giornata europea del mare” che come noto la Commissione Europea dal 2008 ha indetto per ogni 20 Maggio – presentando, nella sede della Capitaneria riadattata per l’occasione, i due suddetti eventi. Il primo per introdurre un sussidiario per le scuole elementari, che parla dei trasporti marittimi, declinandoli con fumetti e linguaggio semplicissimo in navi, merci, banchine, catena logistica, e che mostra ai più piccoli che quel “porto nascosto”, dove in primo piano appaiono solo le supernavi da crociera, è viceversa una grande industria che occupa in totale quasi 8.000 addetti. All’evento era presente una delle tre classi delle elementari savonesi, che aveva partecipato, con propri disegni, ad una rassegna libera negli stessi mesi in cui Autorità Portuale e Capitaneria, con il fumettista e grafico Panini, sviluppavano il sussidiario che, infine, è stato presentato dal Presidente dell’Autorità Portuale Miazza, dalla Dot.ssa Monti,sempre dell’Authority, ed allo stesso fumettista Panini.

I Disegni dei bimbi sono stati esposti in Capitaneria, ed hanno fatto da cornice al secondo dei due eventi, anche questo ricordato con una mostra di foto storiche sul Corpo. “Il porto aperto”, infatti, è stato il modo per introdurre e ricordare che il prossimo 20 Luglio ricorreranno i “150 anni” dall’istituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto, e l’idea del Comandante del Porto, C.V. Vincenzo Vitale - supportato come sempre da tutti i suoi colleghi - è stata quella di cogliere l’opportunità di una platea istituzionale e di utenza marittima locale già riunita, per raccontare la storia delle Capitanerie fin dai suoi primordi.

Vitale ha affidato questo compito ad un Comandante del passato (a Palermo ‘97/98), cui Vitale è rimasto particolarmente legato e che è stato pure Direttore Marittimo a Genova dal 1999 al 2000: l’Ammiraglio Ispettore in congedo Lorenzo Lazzari, viareggino. Lazzari, entusiasta per l’iniziativa che lo ha coinvolto, ha fatto un’appassionata carrellata di storia del Corpo, tratteggiando nel racconto anche degli episodi importanti che lo hanno visto protagonista diretto, come ad esempio il naufragio del cargo “Montone”, a Carrara nel 1977 quand’era Comandante del Porto, dove l’equipaggio fu tratto in salvo con grande perizia e professionalità, e come ha ricordato lo stesso Lazzari, sbarcando asciutto e con il “libretto di navigazione” in tasca, nonostante la tempesta avesse gettato la nave sulla scogliera davanti al Carrione. E’ stata inoltre ricordata, con foto d’epoca, la tragedia della London Valour a Genova, nel 1970, che ha con il salvataggio di 26 uomini d’equipaggio ha valso al Capitano di Porto Giuseppe Telmon, allora Comandante della M/V CP 233, la Medaglia d’Oro al Valor di marina. L’Ammiraglio Ispettore Giuseppe Telmon, che oggi vive a Sanremo, non ha potuto essere presente all’evento di Savona.
Vitale,ha concluso sintetizzando gli ulteriori sviluppi del Corpo, dal 2000 (anno del congedo di Lazzari) al 2015, che oramai sono sotto gli occhi di tutti, ogni giorno nei porti lungo le coste ed in alto mare, e che testimoniano, se a volte ve ne fosse bisogno, l’essenzialità e la valenza sociale incommensurabile del ruolo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, e la sua strutturale funzionalità per il nostro sistema paese.
L’amarcord del 22 Maggio 2015 in Capitaneria a Savona è stato molto sentito. Erano presenti un centinaio di invitati, ed è intervenuto ad introdurre la ricorrenza del Maritime Day il Prefetto di Savona S.E. Gerardina Basilicata. I vertici istituzionali locali, civili, militari, religiosi, hanno presenziato tutti.

Dopo la mattinata di lavori, alle 13, nel grande terrazzo che fa da davanzale sul mare all’Ufficio del Comandante del Porto, “focaccia” per tutti gli invitati come da tradizione degli eccelsi cuochi della Capitaneria di Savona, e brindisi di augurio per questi mesi in cui verrà ricordato il 150° del Corpo, sotto un grande gazebo a festa con i nuovi guidoni realizzati col logo istituzionale coniato dal Comando Generale, proprio per la prossima ricorrenza.
Ma la giornata per l’Ammiraglio Lazzari non si è conclusa a Savona: lungo il rientro su Viareggio, si è infatti fermato, accompagnato da Vitale, a Genova, dove ha incontrato, sempre con amarcord e passione, l’Ammiraglio Ispettore Vincenzo Melone, Direttore Marittimo della Liguria, che per la sovrapposta ricorrenza della festa della Polizia di Stato non aveva potuto essere presente a Savona la mattina.

Nessun commento

Powered by Blogger.