Header Ads

Nasce il "Dynamics and Information Research Institute"


L'attività di ricerca del nuovo istituto sarà sostenuta dalla banca con contributi fino a 200mila euro l'anno per i prossimi 5 anni Promuovere e gestire progetti di ricerca scientifica e tecnologica con un occhio alle
potenziali ricadute in ambito industriale. È questo l'obiettivo della convenzione quinquennale firmata da Federico Ghizzoni, AD UniCredit, Paolo Fiorentino, Vice Direttore Generale UniCredit, e Fabio Beltram, Direttore della Scuola Normale Superiore. La stipula dell'atto prevede la costituzione del "Dynamics and Information Research Institute", un'unità di ricerca mista, all'interno della quale il dipartimento Research and Development di UniCredit e Scuola Normale Superiore si impegnano a sviluppare attività di ricerca in settori di interesse comune.
 "La collaborazione con la Scuola Normale Superiore - ha ricordato Federico Ghizzoni, AD UniCredit - si inserisce in un complesso di azioni con cui la banca sostiene l'innovazione come parte integrante del proprio piano strategico, nonché della crescita del sistema economico del Paese. Coerentemente con questo scopo, già dal 2012 UniCredit si è dotata di una struttura dedicata alla ricerca e sviluppo con l'obiettivo di proporre nuove soluzioni al mercato, generando, brevettando e implementando idee innovative che, tradizionalmente, non vengono associate al settore bancario, ma che in futuro potranno migliorare il servizio e l'interazione con il cliente." 
Per contribuire allo svolgimento delle attività di ricerca, UniCredit corrisponderà alla Scuola Normale Superiore un contributo finanziario che avrà un ammontare minimo di 50.000 euro, sino a un ammontare massimo di 200.000 euro per ciascun anno di durata della convenzione. Inoltre, all'atto della stipula della convenzione, UniCredit e Scuola Normale Superiore si sono impegnate a mettere a disposizione, per quanto di propria competenza, risorse umane e strumentali, oltre alla disponibilità di locali e strutture funzionali agli obiettivi della collaborazione congiunta.

Nessun commento

Powered by Blogger.