Header Ads

Trasporto marittimo, “un mare di opportunità”


Federlinea. Lo spunto è la considerazione che il trasporto merci vi mare è un grande attivatore di crescita economica se si risponde all’istanza di formare figure professionali nuove da integrare nello shipping e nella
catena logistica di tutto il trasporto: la ricerca sottolinea che esiste già oggi una carenza a livello mondiale di 15mila ufficiali e 23mila marinai, gap che salirà dal 3,5% attuale al 7% nel 2020.

 L’eccesso di domanda di personale qualificato sarà dovuto, secondo la ricerca Isfort, alla crescita del trasporto a livello mondiale; le attuali strutture formative non sembrano in grado di soddisfare questa crescente domanda che potrebbe trovare sbocchi nel precostituire percorsi professionali integrati tra terra e mare, distribuendo l’attività lavorativa all’interno della catena logistica. 

Analizzando poi la situazione italiana, dove il settore marittimo rappresenta il 3% del pil, si deve affrontare urgentemente la sfida dello sviluppo industriale del settore “mare” anche in relazione al ruolo che il Mediterraneo rappresenta nello scenario mondiale dei traffici marittimi.

Nessun commento

Powered by Blogger.