Header Ads

Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta and Rendezvous


Dopo tre giornate di regate in condizioni perfette nell'incantevole cornice caraibica, Nilaya (Divisione A), Freya (Divisione B) e Moonbird (Divisione C) sono stati incoronati vincitori, nelle rispettive categorie, della
quarta edizione della Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous. Il secondo posto nella Divisione A è andato al J-Class Rainbow, che ha chiuso a pari punti col terzo classificato Ohana, sloop di 50 metri uscito dal cantiere Fitzroy. Sul podio della Divisione B, insieme a Freya, il ketch di 57,5 metri Twizzle, arrivato davanti al ketch di 55 metri del cantiere Vitters, Marie. Nella Divisione C ha ottenuto la medaglia d'argento lo sloop Sarafin, il 31 metri progettato da Dubois, arrivato dietro al vincitore Moonbird solo di un punto; mentre al terzo posto si è piazzato Tempus Fugit, il 27,4 metri costruito da Arkin Pruva.

Il trofeo Boat International Media è stato assegnato a Nilaya, uscito dalla matita di Reichel-Pugh e costruito da Baltic Yachts. Il Comitato di Regata dello YCCS ha scelto per questa terza e ultima regata, che si è svolta il 22 marzo, un percorso che ha visto la flotta navigare da Necker Island in direzione Ovest a girare i Dog Islands, per poi tornare indietro a Necker prima di tagliare il traguardo. Il 40 metri Rainbow charterizzato da Pier Luigi Loro Piana, con a bordo Francesco De Angelis e Brad Butterworth, è stato il vincitore di giornata nella Divisione A, concedendo a Nilaya il secondo posto.

Quest'ultimo, però, grazie alle due vittorie nelle regate precedenti ha trionfato nella classifica finale. Filip Balcaen, armatore di Nilaya, è stato molto soddisfatto del risultato, nonostante alcune difficoltà nell'ultima regata di ieri: "E' un posto meraviglioso per regatare, venti perfetti, sana competizione e barche stupende. Ci siamo veramente divertiti anche se l'ultima regata non è stata affatto buona per noi.

Abbiamo avuto un grosso problema alla boa di bolina, quindi nell'andatura di poppa non siamo riusciti a issare il nostro codice zero. Comunque, la cosa buona è che abbiamo perso solo tre minuti e abbiamo chiuso la regata al secondo posto aggiudicandoci la vittoria finale nella Divisione."

Nessun commento

Powered by Blogger.