Header Ads

Auto, dimezzati i venditori negli ultimi 10 anni


E’ di queste ore la notizia che il settore auto continua a vedere in Italia ancora il segno negativo delle vendite, a dispetto di un rialzo anche se lieve, ma significativo in tutto il resto dell’Euro zona.
Quando si parla di crisi dell’auto in Italia si pensa subito alla Fiat, tutti gli occhi sono puntati sui suoi stabilimenti e su quello che dice Sergio Marchionne: ma così si attenziona solo una faccia del complesso settore, rischiando di perdere di vista tutto l’insieme.

E tutto il settore ci dice che complessivamente nell’industria italiana dell’auto sono impiegate circa 240mila addetti di cui 62mila sono dipendenti della Fiat, circa un quarto del totale, mentre tutto il resto degli addetti fa parte del mondo dei fornitori. Le attenzioni dei media e dei sindacati sono focalizzate su questo quarto di lavoratori mentre trascurati e quasi nell’oblio quelli occupati nelle imprese che vendono auto: e invece il settore dei concessionari coinvolge dai 160mila ai 180mila lavoratori che hanno sopportato e stanno sopportando una crisi durissima.

 Un dato su tutti, negli ultimi dieci anni i concessionari auto sono passati da oltre 6000 a 3800 e si prevede che nel prossimo anno se ne perderanno diverse centinaia ancora in quanto la maggior parte dei venditori chiuderà il bilancio in perdita; naturalmente questo stato di crisi si ripercuote sull’occupazione generando dal 2007 ad oggi una perdita di posti di lavoro tra i dipendenti dei concessionari pari al 20%.

Nessun commento

Powered by Blogger.