Header Ads

Un grande omaggio a Verdi


Successo a Viterbo per la "Messa di Requiem". Lunedì e martedì protagonisti Beatles e flamenco

Un omaggio a Verdi nel bicentenario della nascita e, per volontà del maestro Stefano Vignati, ai monumenti di Viterbo: questa è stata la "Messa di Requiem" che il Tuscia Operafestival ha regalato nella serata di sabato 27 luglio alla città di Viterbo, in collaborazione con Unindustria -Confindustria Viterbo.

 In Piazza San Lorenzo circa 230 artisti agli ordini del maestro Vignati, tra solisti (il soprano Mariangela Spotorno, il mezzosoprano Maya Hoover, il tenore William Davenport e il basso Antonio Pirozzi), musicisti (l’Orchestra Sinfonica del Tuscia Operafestival e del progetto “Gioventù all’Opera 2”) e i cori della Cassa di Risparmio di Firenze, Quadriclavio di Bologna e "Giuseppe Verdi" di Ostiglia (Mantova). Impeccabile la direzione, che ha saputo cogliere tutto lo spirito autentico del “Requiem”, con i solisti che si sono sa puti armonizzare con l’imponente struttura musicale concepita da Verdi.

Il Tuscia Operafestival prosegue con altri due appuntamenti consecutivi sempre in Piazza San Lorenzo alle ore 21. Lunedì 29 luglio spazio alla musica pop con "Passione Beatles!", un antologia dei mitici "fab four" proposta dalla band Abbey Road. Martedì 30 arriva la danza con "Vente conmigo", spettacolo della compagnia Flamenco Vivo.

Formatasi nel 1998, la compagnia Flamenco Vivo nasce dall’unione di artisti del panorama flamenco nazionale e spagnolo, sotto la guida di Lara Ribichini direttirce artistica, prima ballerina e coreografa, e Dario Carbonelli, bailador e coreografo degli spettacoli presentati dalla compagnia in di versi festival e teatri italiani. Sul palco sette ballerini (tre uomini e quattro donne) e cinque musicisti tra canto, chitarre, violino e percussione.

Nessun commento

Powered by Blogger.