Header Ads

Grecia, investimenti al Pireo nel settore crociere


All’inizio dello scorso autunno il governo greco ha notificato a Bruxellesun piano per il sostegno al progetto di investimento da parte dell’Autorità Portuale del Pireo per completare con ulteriori due banchine la struttura esistente destinata al traffico crocieristico.

Nei giorni scorsi la Commissione Ue ha dato il via libera a circa 110 milioni di euro di finanziamenti pubblici della Grecia per questo progetto di ampliamento del porto ritenendolo in linea con le regole comunitarie sugli aiuti di stato e in grado di portare avanti gli obiettivi della politica UE sui trasporti e sulla coesione, senza generare effetti discorsivi della concorrenza sul mercato interno europeo.

Il progetto è cofinanziato da fondi europei per un totale di 97 milioni di euro ed è finalizzato a migliorare le potenzialità di accoglienza dei servizi per le crociere al porto del Pireo sostenendo lo sviluppo regionale creando nuovi posti di lavoro e aumentando l’attività diretta e indiretta legata al movimento dei crocieristi.

Il governo greco, dopo una attenta analisi sui costi e benefici del progetto, ha dimostrato che il profitto generato per l’Autorità Portuale dalla nuova struttura nell’arco dei prossimi venti anni è insufficiente a coprire i costi di investimento: ecco la necessità del contributo pubblico. Secondo la Commissione UE saranno minime le eventuali distorsioni alla concorrenza tra stati membri generata da questa nuova capacità del porto del Pireo in quanto questo porto ha tuttora una percentuale di traffico relativamente bassa.

Nessun commento

Powered by Blogger.