Header Ads

Lusinghiero successo del Propeller Club Napoli

 Uniti nella diversità: solo così si potrà costruire un ponte che attraversi il Mediterraneo ed unisca le due sponde, quella Nord e quella Sud, di un mare, piccolo nel confronto mondiale, ma da sempre al centro della storia.


da sinistra: Umberto Masucci, Maurizio Maddaloni e Sergio Vetrella
 E’ il messaggio lanciato dall’International Propeller Clubs durante la sua XIII Convention Nazionale che si è tenuta venerdì 24 Maggio nelle sale del Castel dell’Ovo a Napoli.

Da sinistra: Enrico Pujia, Anita Vella, Umberto Masucci, Mohammed Hassad, Sergio Prete

 “Abbiamo scelto questo tema, Unity in diversity: the future cultural and economic bridge on the Mediterranean, per unire le aree geografiche e le società civili di tante nazioni chiamando ad interventi durante il convegno di relatori giovani al fianco di personalità di spicco del settore. Quest’anno – afferma Umberto Masucci, presidente The International Propeller Clubs Italia – è toccato a Napoli il privilegio di ospitare la Convention Nazionale che si tiene ogni due anni, ed il Propeller napoletano ha colto l’occasione per proporre un grande intervento di rilievo internazionale”.

Da Sinistra: Girolamo Imbruglia, Bruno Castaldo, Federico Maria Bega, Daniela Fara

L’evento è stato realizzato in collaborazione con la Federazione del Mare ed è inserito nella European Maritime Day, evento voluto dalla Commissione Europea, DG Maritime Affairs, per promuovere tutte le tematiche legate al mare: proprio Paolo D’Amico, presidente della Federazione ha sottolineato che


Un momento del convegno, in primo piano da destra Anita Vella, Enrico Pujia e Paolo D'Amico
“Napoli deve tornare ad essere protagonista, deve tenere il confronto con gli altri grandi porti del mondo. Ci sono tante tematiche da affrontare, dalla darsena contenitori al Molo San Vincenzo che deve giustamente essere restituito alla città ed entrare in un sistema di waterfront che in tante altre città portuali ha contribuito al loro sviluppo economico”. 
A sinistra il Sottocapo Gianluca Piscardi che riceve la targa Propeller, al centro l'Ammiraglio Antonio Basile
Sono intervenuti il Presidente della Camera di Commercio, Maurizio Maddaloni, il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, l’Assessore regionale ai trasporti, Sergio Vetrella; tra gli altri interventi quello di Riccardo Fuochi, presidente del Propeller Club Milano, che ha dato appuntamento nel capoluogo lombardo per la prossima Convention che si terrà nel 2015.

Nessun commento

Powered by Blogger.